Meteo Novembre 2020: quando arriva il freddo

Le previsioni meteo per il mese di novembre 2020. Cosa ci aspetta, quando arriva il freddo

freddo neve
Arriva il freddo a novembre

La buona notizia è che quest’inverno spenderemo meno per il riscaldamento. No, niente sconti causa pandemia, semplicemente farà più caldo e di conseguenza non posizioneremo i caloriferi alla massima temperatura. Le previsioni meteo per novembre 2020 indicano un mese piuttosto mite, ma la sorpresa gelida è dietro l’angolo (o meglio fra un paio di settimane)

Le previsioni per l’inverno 2020/21 dunque rivelano una stagione insolitamente – anche se negli ultimi anni è sempre più frequente – più calda del solito di qualche grado. Chi sognava un Bianco Natale dovrà rivedere i suoi piani. E se qualcosa cambierà sarà a fine gennaio o febbraio quando – e se – si romperà il Vortice Polare. Quindi niente sciarpe e guanti quest’inverno? Non proprio. In questo contesto tiepido avremo qualche sfuriata gelida. E anzi la prima l’avremo a Novembre.

Quando arriva il freddo a novembre

La tradizione vuole che nel giorno di San Martino, l’11 novembre, le temperature siano piacevoli. Quest’anno l’Estate di San Martino è iniziata in anticipo e proseguirà a lungo. L’Italia infatti è interessata dall’Anticiclone che appare piuttosto stabile e per nulla intenzionato a lasciarci. Qualche interferenza potrà esserci al Nord, ma non sono previsti grossi cambiamenti nei prossimi giorni.

Grossi cambiamenti arriveranno invece nella seconda metà del mese quando dalla Russia arriverà un’ondata gelida che ci farà piombare in inverno. Masse d’aria freddissima di origine polare si muoveranno dalla Siberia investendo tutta l’Europa. Dapprima la Polonia e la Germania, poi tutto il Continente.

Arriverà nel Mediterraneo attraverso la Porta del Rodano. Si formerà un ciclone che porterà precipitazioni sul nostro Paese. Temporali attesi sul Nord Italia e sulle regioni tirreniche. Le temperature crolleranno portandosi al di sotto della media del periodo. Queste saranno le condizioni ideali anche per abbondanti nevicate. Sulle Alpi si rivedrà la neve anche a quota di 1200 metri. Dopo questa sfuriata gelida che durerà qualche giorno il tempo tornerà su valori decisamente più miti e con temperature piacevoli entreremo a dicembre.