Covid, il Regno Unito entra in lockdown per un mese

Emergenza Covid, anche il Regno Unito entra in lockdown per un mese. Cosa bisogna sapere.

Boris Jihnson annuncia il nuovo lockdown alla nazione (@borisjohnson/Facebook)

Come già ampiamente anticipato, anche il Regno Unito va in lockdown per un mese. Il provvedimento straordinario è stato annunciato dal Primo Ministro Boris Johnson in una conferenza stampa da Downing Street, trasmessa in tv sabato sera.

Johnson si è scusato con i cittadini per il disturbo e li ha ringraziati per i sacrifici che saranno costretti a fare di nuovo.

Le nuove restrizioni entreranno in vigore dal 5 novembre al 2 dicembre.

Nel pomeriggio era stata l’Austria l’altro Paese europeo oggi ad annunciare il lockdown. Venerdì, invece, era stato il Belgio a comunicare nuove chiusure nel Paese. Prima ancora, mercoledì 28 ottobre, era stato il presidente di Emmanuel Macron ad annunciare il nuovo lockdown della Francia, a partire da venerdì 30 ottobre. Una decisione che nella serata di venerdì, poco prima che scattassero le nuove misure, aveva scatenato una vera e propria fuga di cittadini da Parigi, con migliaia di auto incolonnate sulle strade.

Leggi anche –> Allarme Italia, vicini allo scenario 4: rischio lockdown dall’8 novembre

Covid, il Regno Unito torna in lockdown per un mese

Il nuovo lockdown del Regno Unito, annunciato dal premier Boris Johnson, avrà la durata di un mese: dal 5 novembre al 2 dicembre.

Le misure saranno comunque meno restrittive di quelle del lockdown di primavera.

La prima eccezione riguarda le scuole e le università, che resteranno aperte. Invece pub, bar e ristoranti saranno chiusi (saranno consentiti solo il servizio d’asporto e quello a domicilio). Chiusi anche parrucchieri, palestre, cinema, teatri, sale concerto e negozi non di prima necessità (verrà pubblicata a breve la lista). Rimarranno aperti i cantieri, le fabbriche, i tribunali e il Parlamento.

Invitando i britannici a restare a casa, il governo ha limitato fortemente le uscite: saranno consentite solo per fare acquisti di prima necessità, andare al lavoro, se non è possibile svolgerlo a distanza, e per fare esercizio fisico o una passeggiata. All’aperto sarà concesso di incontrare solo una persona di un altro nucleo familiare (esclusi quelli della bolla).

Sono sospese le cerimonie religiose, tranne i funerali, a cui potranno partecipare solo i familiari stretti. Sono stati vietati gli incontri con un altro nucleo familiare, al chiuso in casa o nei giardini privati. Sono esclusi, tuttavia, quelli della propria “bolla di supporto” con un altro nucleo familiare fisso. Inoltre, sono ammessi gli incontri con un’altra persona, che vive presso un altro domicilio, ma con cui si ha una “relazione stabile“.

Le nuove chiusure entreranno in vigore in tutta l’Inghilterra, mentre le altre nazioni del Regno Unito si regoleranno autonomamente, come avevano già iniziato a fare, introducendo già diverse restrizioni e lockdown parziali.

Leggi anche –> Festeggiamo Capodanno a luglio, la proposta anti-Covid

covid regno unito lockdown
Coronavirus Londra