Il tweet di Toti sugli over 70 che fa infuriare: “non sono indispensabili”

Il governatore della Liguria Toti sotto attacco per un tweet sugli over 70 e possibili limitazioni

toti
Il governatore della Liguria Giovanni Toti

Polemica in rete per un tweet del Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. Il governatore ha pubblicato sui suoi profili Twitter e Facebook la seguente frase: “Per quanto ci addolori ogni singola vittima del Covid 19, dobbiamo tenere conto di questo dato: solo ieri tra i 25 decessi della Liguria, 22 erano pazienti molto anziani. Persone per lo più in pensione, non indispensabili allo sforzo produttivo del Paese che vanno però tutelate”.

Un’uscita infelice che ha scatenato un putiferio di reazioni. Migliaia di commenti fra chi ironizza se abbia “assunto Himmler come ghost writer” a chi chiede spiegazioni vista la confusione del messaggio “Facci capire meglio, vanno tutelate o no” fino al professor Burioni che risponde “Ditemi che non è vero, vi prego”.

toti
Il tweet di Giovanni Toti

Una situazione incandescente che ha spinto lo staff del presidente a precisare: Il senso di questo tweet, che appartiene a un ragionamento più ampio, è stato frainteso. I nostri anziani sono i più colpiti dal virus, sono persone spesso in pensione che possono restare di più a casa e essere tutelate di più”.

Ma non basta. Allora interviene lo stesso Toti su facebook: “sta girando un mio tweet su cui vorrei chiarire due concetti e, innanzitutto, chiedere scusa se ha offeso qualcuno poiché non rappresenta minimamente il mio pensiero. La frase è stata estrapolata da un concetto più ampio e mal interpretata a causa del taglio erroneo su Twitter di un mio post. Non a caso su Facebook, dove il testo è stato pubblicato integralmente, le stesse frasi non hanno creato il medesimo scalpore. Il concetto è: bisogna proteggere gli anziani. Il cinico è chi non lo fa. Il fatto che le persone oltre i 75 anni siano in pensione consente loro di proteggersi senza per questo dover fermare l’economia del Paese”. Ma non è che le cose stiano andando meglio.

Toti, il significato del tweet

Ma come mai il governatore Toti o lo staff che ne segue la comunicazione su twitter ha pubblicato un messaggio del genere? La risposta è semplice. In queste ore regioni, comitato scientifico e Governo sono al lavoro per stilare un nuovo DPCM. La situazione rischia di andare fuori controllo, con una crescita dei contagi vertiginosa. L’intenzione sarebbe però quella di non decretare subito un lockdown generalizzato, ma di procedere con chiusure mirate sperando che siano sufficienti a far abbassare la curva.

Toti, assieme ai compagni di partito e colleghi Cirio, governatore del Piemonte e Fontana, presidente della Regione Lombardia, ha presentato al Governo la proposta di lockdown solo per gli anziani. Isolare solo gli over 70. Non gravando secondo questa tesi troppo sull’economia.

Per avvalorare la tesi appena presentata è stato fatto dunque il tweet oggetto di polemiche che voleva sottolineare questo dato: gli over 70 non lavorano e sono quelli che muoiono di più.

Tutto bene allora? No, per niente. Le espressioni usate dal governatore sono indubbiamente infelici e non giustificabili. Inoltre ha parlato di persone appena decedute riducendole a semplici numeri. Un po’ di rispetto in più sarebbe indispensabile.

Ma al di là degli errori comunicativi e di una mancanza totale di sensibilità, umanità e sintassi di chi ha premuto ‘tweetta’ c’è chi trova l’idea di un lockdown per età, una buona idea. Peccato che, numeri alla mano, non lo sia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.