Rompicapo, se trovi il serpente in meno di 20 secondi sei un genio

Un rompicapo visivo con il quale nelle ultime ore tantissimi utenti del web si sono messi alla prova. Misurate la vostra abilità visiva con questo test che vede protagoniste le giraffe. Siete pronti? 

Vogliamo mettervi alla prova con un test visivo che sta spopolando sul web ed ha come tema le giraffe: ecco il rompicapo.

Un nuovo interessante e molto complicato rompicapo visivo sta in questi giorni tenendo occupato il web. Già perché test del genere sono utilissimi per mettere alla prova la vista, le nostre abilità e, finanche, divertirsi.

Il test che vi proponiamo oggi è, apparentemente, semplice. Ovviamente, l’immagine che vi proporremo è ricca di trappole visive e camuffamenti necessari per complicare la vita di chi vuole mettersi alla prova.

Questa volta, ci immergeremo nella savana, e dovremmo davvero aguzzare la vista per portare a casa il risultato sperato.

Il test visivo della giraffa

Come anticipato ci troviamo in una savana, o apparentemente tale, e dunque ci sono colori prevalenti che hanno l’obiettivo di ingannare e camuffare le giraffe. Queste ultime sono disposte in maniera casuale e in maniera buffa, in modo da poter creare un effetto visivo iniziale confusionario. Il vostro obiettivo è trovare un serpente, sapientemente camuffato, che si aggira tra di loro. Ci riuscirete? Per rendere la sfida più avvincente, e dunque anche divertente, datemi un tempo massimo, magari meno di un minuto. Fatelo provare anche ad amici e parenti. Siete pronti, dunque? Via.

Leggi anche —> Sabrina Salerno come una sirena, costume trasparente e attillato | Lo scatto ha infiammato il web

La soluzione del rompicapo

Ci siete riusciti? Se la risposta è no, non preoccupatevi siete in buona, e nutrita, compagnia. Come avevamo anticipato il serpente è ben camuffato, in primo luogo ha gli stessi colori delle giraffe, le quali, inoltre, come si può vedere si confondono a loro volta con l’ambiente circostante. Inizialmente, siamo colpiti maggiormente dal colore verde e, soltanto dopo, tendiamo a concentrarci sulle giraffe. 

Leggi anche —> I denti di Silvia Toffanin, rifatti o solo sistemati? (PRIMA E DOPO)

Sapientemente, il serpente è collocato non al centro del nostro schema visivo ma lateralmente. Ma da cosa capiamo che quello è il rettile che siamo cercando? Dalla testa, prima di tutto, ovviamente differente a quella delle giraffe. E da una lingua biforcuta, classica dei serpenti. Quest’ultima è la vera prova visiva, dal momento che risulta quasi impercettibile. Dunque, come potete vedere cerchiato in rosso, ecco lì il serpente. Vi siete divertiti? Ma soprattutto, come sta la vostra vista?