Tale e Quale Show, il drammatico racconto: “Prima il tumore poi l’aborto”

Francesca Alotta ha dimostrato di avere grinta e talento sul palco  “Tale e Quale Show”, il programma condotto da Carlo Conti. Ospite nel salotto di Serena Bortone ad Oggi è un altro giorno, Francesca ha parlato della sua vita, raccontando anche dei momenti bui che ha attraversato.

Francesca Alotta, le dure sfide che ha affrontato

Ospite di “Oggi è un altro giorno” il programma condotto da Serena Bortone, Francesca Alotta ha raccontato della sua bellissima esperienza nel talent di Rai 1 condotto da Carlo Conti, Tale e quale show. 

“Era il quinto provino che facevo – ha dichiarato Francesca Alotta-  avevo smesso per qualche anno poi ho provato ed è andata bene. È bello ma molto duro perché non c’è solo il trucco: devi provare le canzoni tutti i giorni, magari perdendo  la voce”.

Non solo lavoro, nella lunga intervista che Francesca Alotta ha rilasciato nel salotto di Oggi è un altro giorno, condotto da Serena Bortone ha raccontato anche della lotta al tumore che ha affrontato con forza.

“Mia madre, che è stata malata anche lei, è una grande guerriera. Mi è stata vicina. Quando mi sono operata però anche lei stava male, non è stato facile e in più in quel periodo c’è stato il lockdown che ci ha temporaneamente separate”- ha raccontato.

Oggi è un altro giorno, Francesca Alotta ospite da Serena Bortone racconta dell’aborto

“Tre mie ammiratrici che conoscevano la situazione fortunatamente si sono traferite da me e mi hanno tenuto compagnia per cinque mesi. Ora siamo amiche inseparabili”. Sul finire, Francesca ha raccontato anche della triste esperienza che ha vissuto, la perdita di suo figlio.

LEGGI ANCHE -> Il volo, quanto guadagna il trio? Le cifre dei tenori

LEGGI ANCHE -> Striscia la Notizia , baraonda veline : le due ballerine già sostituite

“Io sono nata mamma, mi sentivo di esserlo… poi l’ho perso perché la mia era una situazione già complicata e avevo molti fibromi. Ho superato tutto grazie alla fedeMio marito mi ha lasciata sola in ospedale, ci sono uomini che scappano dal dolore”.