Pier Silvio Berlusconi arriva la svolta | Aria di cambiamenti

Pier Silvio Berlusconi sta riflettendo sui nuovi progetti da attuare per l’intero palinsesto Mediaset. Ecco cos’ha in mente il figlio dell’ex Premier.

Pier Silvio è infatti il secondogenito del Cavaliere Silvio, ed è nato dal matrimonio con la prima moglie Carla Elvira Lucia Dall’Oglio. E’ inoltre attualmente imprenditore e dirigente d’azienda, a cui è stato affidata in particolare la gestione della Mediaset. Berlusconi è legato sentimentalmente alla bravissima conduttrice Silvia Toffanin. Sapete cosa potrebbe accadere a breve nell’intero palinsesto? Ci sarebbe un piano ben preciso da attuare.

La svolta di Pier Silvio Berlusconi: qual è il futuro di Mediaset?

Era l’anno 2019, quando Pier Silvio Berlusconi propose un progetto nuovo e innovativo: il Mfe – MediaforEurope. Da quel momento, Mediaset riuscì così a raggiungere un accordo per l’uscita dal gruppo Vivendi.

La sua holding Fininvest ha raggiunto dunque il 49.2 % di capitale e il 50.9% dei diritti di voto. Successivamente, l’intero gruppo televisivo ha trasferito la propria sede legale in Olanda, proponendo poi un’assemblea per denominare diversamente la società: si sarebbe trasformata in MfE-MediaforEurope e sarebbe anche stata introdotta una struttura azionaria a doppia categoria.

Questi cambiamenti hanno infatti avuto come principale obiettivo quello di riunire le più importanti televisioni generaliste europee: intanto, Mediaset Italia e Mediaset España Communication conserveranno la propria originaria denominazione. Mediaset avrà anche un elemento fondamentale: ci sarà infatti un gruppo europeo nell’ambito dell’intrattenimento e dei contenuti.

Un passo importantissimo, questo, per tutto il palinsesto Mediaset che continua a puntare ad una crescita maggiore grazie alla nuova struttura azionaria. Qualora l’assemblea (attualmente fissata per il 25 novembre 2021) dovesse approvare questo grande cambiamento, la denominazione della società avrà immediatamente efficacia e il grande passo verrà raggiunto direttamente dal 1 gennaio 2022.

Leggi anche —-> Silvia Toffanin e Piersilvio Berlusconi beccati così: fisici scultorei in “vacanza”

Questa nuova struttura azionaria prevede inoltre che il capitale sociale sia formato da azioni ordinarie di classe A e B. Infine, com’è stato rivelato ne ‘Il Giornale‘, le azioni di Mediaset resteranno comunque quotate in Piazza Affari, senza subire altri spostamenti.

Leggi anche —-> Pier Silvio Berlusconi, drastica decisione: “Al capolinea…”

Pare che ci saranno dunque non pochi cambiamenti, e questo potrebbe sicuramente portare Mediaset ad una fase più elevata e ad un livello estremamente avanzato di crescita.