Beppe Vessicchio, la verità sul suo addio ad Amici

Competenza, credibilità e talento innato Beppe Vessicchio è un volto accreditato del mondo della musica, un personaggio oggi divenuto popolare grazie soprattutto alla sua partecipazione come coach e prima come addetto ai lavori ad Amici. Il direttore d’orchestra è stato alla corte di Maria de Filippi per molto tempo, ha fiutato artisti oggi affermati e ha saputo coglierne il talento e la predisposizione.

Beppe-Vessicchio-Solonotizie24.it

Beppe Vessicchio: “Dissi si a Maria de Filippi ma poi…”

In molti si chiedono quali siano i motivi che hanno portato il maestro a lasciare Amici, un addio inaspettato non del tutto ufficialmente motivato. In una recente intervista Vessicchio ha spiegato perchè nel 2001 disse si a Amici, gli sembrava un programma diverso e originale in grado di produrre musica di qualità: “Le dissi di sì nel 2001, il programma si chiamava Saranno Famosi. Mi chiesero se potesse farmi piacere partecipare all’ipotesi di una scuola d’arte. Si parlava di personaggi con uno spessore culturale enorme. Amici non è più lo stesso di allora.”

Il direttore d’orchestra ha poi specificato che oggi Amici è cambiato, nonostante i numeri eccellenti in fatto d’auditel non crede che il programma sia all’altezza delle prime edizioni quando tutto appariva originale: “In televisione, come dice la signora De Filippi, per resistere è necessario saper cambiare pelle. E Amici, in quanto a numeri, va bene. Solo, trovo sia un po’ di tempo che non produce più niente, che vive una sorta di stanchezza“.

Beppe-Vessicchio-Solonotizie24.

LEGGI ANCHE ->Emma canta al primo provino ad Amici: la reazione di Maria e Vessicchio VIDEO

Beppe Vessicchio: “Oggi Amici è cambiato”

Beppe Vessicchio anche se oggi non è più parte del cast d’Amici non può ignorare che il programma di Maria de Filippi gli ha dato una certa popolarità, aspetto che ad un certo punto gli è pesato: “C’era una popolarità diffusa, capillare, lusinghiera, non lo nascondo. Ma sentivo che mi stavo immettendo in un’autostrada in cui facevo le cose per un senso di inerzia, per dovere, per lavoro” ha dichiarato il direttore al Corriere della sera.

LEGGI ANCHE ->Festival di Sanremo, Beppe Vessicchio ci sarà?

Vessicchio ha tuttavia un bellissimo ricordo d’Amici, inizialmente gli piaceva lavorare nel programma c’era un aria innovativa e giovane ma poi ad un certo punto non ha sentito più la vitalità nella sua musica e ha preferito concentrarsi su altri progetti: “Mi sono accorto che senza quel senso di ripetitività potevo fertilizzare la mia musica”.