“Ho un tumore” Marino Bartoletti racconta la sua malattia: la confessione del giornalista

Il giornalista ha una malattia e per la prima volta ha raccontato della sua lunga battaglia. Ospite nel salotto di Serena Bortone, non è riuscito a fermare le lacrime.

 

Il giornalista racconta la scoperta della malattia

Marino Bartoletti ospite nel programma di Serena Bortone, “Oggi è un altro giorno” ha parlato a cuore aperto e senza filtri della sua malattia. Il giornalista ha raccontato di ver scoperto di avere un tumore qualche mese fa: “Ho avuto un tumore e forse ce l’ho ancora, perché le analisi definitive saranno fatte all’inizio di giugno” ha raccontato commosso. Lo sfogo di Bartoletti ha emozionato i telespettatori, durante il suo racconto la paura e la speranza sono trapelate fortissime: “E’ una cosa che è scoppiata alla fine della scorsa estate. Per fortuna è stata presa per tempo, ma non possiamo sempre essere figli della fortuna o dire ‘succede agli altri'”.

Marino Bartoletti, il racconto da Serena Bortone

Dopo aver spiegato come ha scoperto di avere una malattia, il giornalista tra le lacrime ha rivolto un ringraziamento speciale ai medici che lo stanno seguendo: “Devo benedire almeno quattro angeli che si chiamano Eugenio, Carlo, Giovanni e Marinella, che hanno dei cognomi oltre che dei nomi e dei titoli professionali, perché mi sono stati molto d’aiuto. Mi sono messo in buone mani – ha detto Bartoletti – Noi dobbiamo essere i primi ad aiutare queste persone ad aiutarci. Ho avuto sei mesi di terapie importanti, due mesi di radioterapia e la prima cosa che mi sono regalato è stato venire qui da te a parlare di Sanremo”.

Leggi anche —-> Romina Power felice come una bambina | Giornata d’amore in spiaggia con lui

Leggi anche —-> Roberta Di Padua da Uomini e Donne al tribunale | Pronta una denuncia per 4 dame del trono over

Serena Bortone, evidentemente commossa ha chiesto al giornalista cosa avesse provato quando sia è ritrovato faccia a faccia con la diagnosi, lui ha risposto che non ha provato rabbia ma voglia di combattere: “Bisogna sempre battersi fino al 90esimo minuto, fino anche ai minuti di recupero. Io mi sto battendo, sogno un’estate bellissima, con le persone che mi vogliono bene, con una in particolare. Spero che questa parte scura della mia vita la possa mettere alle spalle”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.