Carolyn Smith, duro e triste sfogo: “Speravo fosse un brutto sogno”

Un duro sfogo social per la coreografa e giudice di Ballando con le Stelle, Carolyn Smith,  fortemente critica con la classe politica italiana. Ecco le sue parole.

Il  post di Carolyn Smith

Lei è una delle protagoniste più amate del programma di Rai Uno, Ballando con le Stelle, condotto da Milly Carlucci, in qualità di giudice. Stiamo parlando della star internazionale Carolyn Smith. In un post pubblicato sul suo account Instagram un durissimo video critico nei confronti delle ultime restrizioni adottate dal Governo Draghi. Smith ha raccontato di aver ascoltato le notizie sulle restrizioni in vigore per le festività pasquali e di essere andata su tutte le furie. Ecco perché, il mattino seguente, ha deciso di pubblicare questo video diventato subito virale. Ha scritto la coreografa: “Speravo questa mattina che era tutto un brutto sogno ed un scherzo di 1 Aprile o scherzi a parte. Purtroppo no”.

E ancora: “Sinceramente non mi fa piacere quando qualcun altro cerca di togliermi il sorriso, a togliere la mia libertà e prendermi sempre per il c**o. Promettendo che è l’ultima volta che dobbiamo sacrificare. Voglio correggere quello che dite ogni volta. Noi popolo stiamo sacrificando da 1 anno e mezzo non voi. Ogni tanto sarebbe bene che chi decide per noi, vivesse come il popolo, per rendersi conto della realtà del popolo. Solo un mese, sacrificare il seguente: senza auto e autista e prendesse il trasporto pubblico. Senza i bodyguard o porta borsa. Senza apertura ristorante e bar all’interno del palazzo governo”.  

Leggi anche —–> “Volevano un riscatto”, scatta la denuncia: furto Raoul Bova

Leggi anche —–> Mara Venier ha una nipote bellissima: la 20enne Irene sua fotocopia [FOTO]

Un durissimo attacco

La giudice di Ballando con le Stelle è fortemente critica. E conclude: “Senza aiutanti che fanno le cose per te. Girare nei quartieri pericolosi da soli. O mi sono dimenticata, senza stipendio o agevolazioni di qualsiasi tipo”.

E ancora: “Esattamente come eravate prima di fare politica. E non faccio distinzione di partito. Ma è necessario che si torna al buon senso del Paese. Per l’Italia che è il più bel Paese del mondo. Forse avete dimenticato. Viva l’Italia e gli Italiani. Vogliamo vivere”.