Erminia Manfredi curiosità: chi è e cosa fa la moglie di Nino Manfredi

Lui è stato uno dei più grandi attori della storia del cinema italiano. Ma conoscete Erminia Manfredi, moglie del compianto Nino Manfredi? Ecco la sua carriera e la storia del loro lungo amore.

Erminia Ferrari e Nino Manfredi

In occasione dei 100 anni dalla nascita del grande attore Nino Manfredi, Rai Uno trasmetterà il film tv In arte Nino, in prima serata. Un ritratto diverso di uno dei più amati e grandi attori della storia del cinema italiano. Nelle vesti del grande attore, Elio Germano, mentre Erminia Manfredi, è interpretata dall’attrice Miriam Leone. Soffermiamoci proprio sulla carriera e la vita privata di Erminia Ferrari. Nata a Taormina, nel ’31, ha vissuto la sua infanzia tra la Libia e l’Etiopia, luoghi in cui suo padre lavorava come direttore di albergo. Nel 1950, si trasferisce a Roma, dove inizia a lavorare come indossatrice e, in seguito, inizia la sua carriera come costumista e scenografa. 

Erminia Ferrari, convolerà a nozze con Nino Manfredi nel 1955. Dal loro matrimonio nasceranno Luca, Roberta e Giovanni. In una recente intervista, ha parlato del suo grande amore con l’attore: “Nino è stato un grande amore. Lo seguivo nella sua vita artistica, i miei racconti, il mio vissuto erano divenuti parte nella sua vita da cui Nino ha tratto qualche ispirazione per i suoi film. Anche io ho fatto intensi viaggi nella sua mente, l’ho percepito profondamente nella sua personalità, nel suo modo di essere. Nino osservava e immagazzinava qualsiasi cosa per trarne spunti per la propria arte”.

Leggi anche —–> Stefano De Martino, avete mai visto il papà? Si somigliano molto

Leggi anche —–> Elisabetta Gregoraci bacia l’ uomo della sua vita: il dolcissimo video

Un figlio in Bulgaria

Negli anni si è parlato molto di alcuni flirt del grande attore. Un caso in particolare ebbe ampio risalto mediatico e portò al riconoscimento di un figlio da parte di Nino Manfredi in Bulgaria. Ha raccontato sua moglie, che lo ha sempre perdonato: “La donna in questione era una bulgara, che diceva di essere attrice ma non era vero. Lo tempestava di lettere ammirate, poi di telefonate, voleva assolutamente conoscerlo e lui, una notte di ‘follia’ trascorsa a Sofia per lavoro, ha fatto centro: lo soprannominai Zorro”.

E ancora: “E ha dovuto riconoscere la figlia. Ma è toccato a me l’ingrato compito di andare in Bulgaria ad affrontare la situazione. In seguito, la ragazza ha reclamato la sua parte di eredità”. Dal 2006, Erminia Manfredi è uno dei volti e sostenitrice della associazione onlus Viva la Vita. L’associazione si occupa di malati di sclerosi laterale amiotrofica. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.