Adriano Celentano scrive a Corona e gli tende una mano: “Io ho un’idea…”

Adriano Celentano ha commentato il caso di Fabrizio Corona, usando parole pesantissime. Ecco il messaggio del grande cantante.

Il post di Adriano Celentano

L’ex re dei paparazzi, Fabrizio Corona, resta ricoverato presso l’Ospedale Niguarda di Milano, nel reparto di psichiatria. L’uomo è piantonato a vista, dopo essersi autoinflitto delle ferite profonde alla braccia una volta venuto a conoscenza della sentenza del Tribunale di Sorveglianza. Secondo il Tribunale di Milano, infatti, Corona dovrà tornare nel carcere dell’Opera. Negli ultimi giorni, il caso ha scatenato un vero putiferio mediatico. Due giorni fa, la mamma di Fabrizio Corona, Gabriella, ospite di Alberto Matano in La vita in diretta, ha parlato di un’ingiustizia nei confronti di suo figlio. L’avvocato di Corona, ha spiegato che l’uomo sta facendo lo sciopero della sete e della fame. Sul caso, nella giornata di ieri, si è pronunciato anche il grande artista Adriano Celentano. In un lungo messaggio pubblicato sul suo account Instagram ufficiale, Il Molleggiato ha difeso Fabrizio Corona.

Ha scritto Adriano Celentano: “[…] Sono rimasto profondamente colpito nel vedere il dolore e la disperazione di tua madre che, aggrappata alla tua giacca, piangeva e ti supplicava di stare calmo”. Tutto è stato infatti filmato e postato prima via social e in seguito riprese dai maggiori media nazionali. Nel post, Celentano, vedendo il dolore di mamma Gabriella, ha spiegato di aver fatto fatica a trattenere le lacrime. Ha continuato il cantante: “Tu hai fatto tante stro***te nella vita. La più grossa e la più pericolosa è quella di aver indotto i giudici a darti una punizione spropositata”. 

Leggi anche —–> Alberto Matano si scontra con la mamma di Corona: tensione a La Vita in Diretta

Leggi anche —–> Francesca Verdini si è laureata: la dedica a Matteo Salvini

L’attacco de Il Molleggiato

Continua Adriano Celentano: “Con la scusa di sommare le tue colossali cazzate, ti hanno dato 14 anni di prigione. E qui, secondo me, sta la grande ingiustizia della giustizia italiana”. E ancora: “Non si contano i casi di individui che hanno assassinato una o più persone e, solo dopo 5 o 6 anni di buona condotta, escono di prigione”. 

Adriano Celentano poi si appella alla politica, a suo avviso sorda dinanzi a quella che lui definisce: “L’arrangiamento – giustizia”. Dopo aver rivolto un pensiero a suo figlio, il piccolo Carlos, Celentano si rivolge direttamente a Fabrizio Corona: “Solo tu puoi aggiustare il sentiero, non solo della tua vita. Ma quella di tutte quelle persone che aspettano un tuo segnale, comprese le migliaia di persone che ti seguono su internet. Io ho un idea”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.