“La nuova Diletta Leotta”, tutti pazzi per Olga Kalenchuk: chi è la bellissima

Il popolo dello sport e quello del web ha già messo in allerta Diletta Leotta, la concorrenza è in aumento e la splendida giornalista potrebbe scendere dall’Olimpo e cedere il primato alla neo arrivata, Olga Kalenchuk, conduttrice bionda e bellissima di origine ucraine. Ma a ben vedere, qualcuno ha azzardato una certa somiglianza tra la “Diletta nazionale” e la Kalenchuk. E’ davvero così?

Diletta Leotta: Arriva Olga Kalenchuk in campo

Olga Kalenchuk, durante la sfida di Europa League tra Roma e Shakhtar ha mandato in visibilio i tifosi. La conduttrice ha subito rapito e conquistato i telespettatori grazie alla sua professionalità, bravure e bellezza. In molti hanno accostato la Kalenchuk a Diletta Leotta per somiglianza fisica e stile nel vestire. Nel suo Paese natio la conduttrice sportiva è molto amata e, a quanto pare Olga si appresta a diventare una star internazionale. Sul web con una velocità impressionante si sono susseguite voci una presunta somiglianza tra Olga e Diletta. C’è chi sostiene che in realtà siano molto diverse, chi invece è convinto che Olga ricordi moltissimo Diletta Leotta. In effetti ad un primo impatto le due donne, sembrano essere simili, capelli biondi, sorriso bellissimo, modo di vestire somigliante. Ma in realtà, osservandole meglio sono diverse. E voi, siete team Diletta o Olga?

Diletta Leotta: Affermarsi non è stato semplice

Diletta Leotta è bellissima, ma ciò che la rende veramente straordinaria è la sua professionalità. Per la Leotta non è stato semplice combattere contro i pregiudizi ed affermare la sua bravura in mondo quasi prevalentemente maschile. Ecco cosa ha raccontato la giornalista ai microfoni di Chi.

Leggi anche —->Belen cambia look, pazzesca con la frangetta: la showgirl sempre più bella

Leggi anche —->Carlo Conti salvato da Antonella Clerici: il retroscena sulla vita privata e il matrimonio

“All’inizio non è stato facile, una collega mi aveva anche detto “ti hanno presa solo per le tette”, ma non ho certo lasciato Sky per questa ragione…Ho scelto di andare a Dazn perché era una nuova sfida e perché sentivo che il mercato della tv satellitare stava cambiando”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.