Fabrizio Corona, sciopero della fame e della sete: chi vuole incontrare

Non è un bel periodo per Fabrizio Corona, poiché deve tornare in prigione. Adesso è in ospedale sotto osservazione. Non ha intenzione di toccare né acqua né cibo e ha chiesto di incontrare una persona in particolare. Ecco di chi si tratta.

Fabrizio Corona - Solonotizie24
Fabrizio Corona – Solonotizie24

Lo sciopero estremo di Corona

In questi giorni Fabrizio si trova presso l’ospedale Niguarda di Milano nel reparto psichiatria e ha dichiarato che andrà avanti con lo sciopero della fame e della sete. La sua decisione è stata comunicata attraverso i social. Ha detto che ci sarà un fine a questo calvario solo quando avrà la possibilità di parlare con la dottoressa Giovanna Di Rosa, presidente del tribunale di sorveglianza di Milano. Il tutto è stato poi riportato in maniera ufficiale dall’avvocato Cristina Morrone che ha avuto un incontro con Corona nell’ospedale. Questa richiesta ha un motivo ben preciso.

‘Il gesto che ha fatto ieri è una chiara richiesta d’aiuto’

Nell’aula del tribunale di Milano è stato deciso il ritorno in carcere di Corona. Quest’ultimo ha perso le staffe quando dei poliziotti sono andati a prenderlo. Molti non accettano l’accanimento giudiziario nei suoi confronti. Altri sostengono, invece, che la giustizia sta semplicemente svolgendo il proprio dovere. Tra i suoi sostenitori ci sono anche dei volti noti del mondo dello spettacolo come Belen Rodriguez, con la quale ha avuto una relazione nel passato. Non a caso ha voluto esprimere un proprio parere sulla faccenda: “Portarlo in galera non mi sembra la soluzione. Dovevano fargli pagare una grossissima somma per tutti i danni finanziari che ha commesso. Questa persona va curata e si vede che non sta bene”.

L'arresto di Corona - Solonotizie24
L’arresto di Corona – Solonotizie24

Leggi anche -> Corona in carcere, la Lucarelli attacca Giletti: le parole della giornalista

L’appello disperato della madre

Anche la madre Gabriella Previtera ha voluto intervenire e rompere finalmente il silenzio: “A nome di tutte le madri che hanno i figli perseguitati io chiedo che questo abuso di potere finisca perché il mio cuore a pezzi”. Prima di essere portato via dalla polizia penitenziaria, Fabrizio Corona ha abbracciato la donna teneramente dopo essersi tagliato i polsi, chiaro segno che non sta affatto bene.

Leggi anche -> Fabrizio Corona finisce in ospedale: momento di panico all’arrivo della polizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.