Stefano D’Orazio, le dure dichiarazioni della moglie : “Meglio il niente che essere l’ultima ruota del carro”

Il tributo previsto, ma non reso a Stefano D’Orazio nella serata finale di Sanremo ha dato vita ad una serie di polemiche non indifferenti. Seconda la scaletta Amadeus e Fiorello avrebbero dovuto cantare Uomini Soli a conclusione della serata, ma per mancanza di tempo l’omaggio è saltato e questo non è piaciuto ai membri dei Pooh, ex compagni di lavoro del cantante ma soprattutto amici di una vita.

Stefano D’Orazio solonotizie24

Tiziana Giardoni: “Meglio così che essere l’ultima ruota del carro”

A manifestare la loro indignazione Red Canzian, ma anche Riccardo Fogli, Dodi Battaglia e Roby Facchinetti che attraverso i social o dichiarazioni mezzo stampa hanno posto l’attenzione su un gesto offensivo verso un uomo che è parte della storia della musica italiana. Anche Francesco Facchinetti con un post polemico ha ricordato lo zio Stefano. In seguito alle dichiarazioni dei Pooh anche la vedova di D’Orazio, Tiziana Giardoni, ha rotto il silenzio e ha commentato l’accaduto.

La donna ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito all’accaduto al Corriere della sera, a cui ha sottolineato di non essere arrabbiata ne tanto meno offesa da Fiorello e Amadeus che ritiene degli amici, ma solo d’essere delusa perchè Stefano meritava quell’omaggio: “Solo che era tutto strano dall’inizio: avevo ricevuto la scaletta e il fatto che il ricordo di Stefano fosse previsto alle 2 di notte mi sembrava una mancanza di rispetto. Forse è stato meglio niente, che essere l’ultima ruota del carro…”. 

Stefano D’Orazio solonotizie24

Leggi anche —->Stefano D’Orazio cause della morte | La verità sull’addio al batterista Pooh

Tiziana Giardoni: “Un dolore che non supererò mai…a causa del protocollo”

Tiziana Giardoni non ha solo perso il marito, Stefano D’Orazio, a causa del Covid ma anche il padre morto dopo 20 giorni dal cantante. La vedova confessa che non poter salutare Stefano a causa del protocollo Covid e così anche il genitore le ha causato un dolore difficile da superare:

Leggi anche —->Francesco Facchinetti indignato e deluso: lo sfogo del conduttore

Un dolore che non supererò mai: per il “protocollo”, come tante altre persone che hanno perso gli affetti più cari, non ho potuto salutarlo.” Ha poi precisato: “Lo stesso per mio padre, morto per il Covid 21 giorni dopo Stefano e senza mia madre, sua compagna per 60 anni. Mi hanno devastato la vita”