La caserma in tv: ecco le regole da rispettare per i concorrenti

La prima puntata de La Caserma andrà in onda questa sera, mercoledì 27 gennaio, su Rai Due. Eccole le regole che devono rispettare i giovani concorrenti.

La prima puntata de La Caserma

Questa sera, mercoledì 27 gennaio, su Rai Due, andrà in onda la prima puntata del nuovo reality targato Viale Mazzini. Si tratta de La Caserma , che partirà dalle 21.30 circa. Nel cast 21 concorrenti, ragazzi e ragazzi in età compresa dai diciotto ai ventitré, che affronteranno una durissima prova. Si tratta del secondo format, dopo il successo de Il Collegio , ce vede tra i protagonisti la generazione millenial. I concorrenti abbandoneranno le comodità delle loro casa, e non potranno usare né cellulari o internet in queste settimane. 

Intanto il reality ha reso note le regole per tutti i concorrenti. Il programma è stato girato presso la caserma di montagna a Levico , a Trento. Tra le regole previste, chiaramente, le classiche norme per i membri dell’Esercito, unite a quelle del programma. Ma quali sono queste regole? Eccole. Come dicevamo, ci sono le regole classiche, come svegliarsi subito al suono delle tromba e andare a dormine al suolo del silenzio delle 23. Altre regole? Al mattino il cubo , ovvero il sistema per il riordino del letto e di tutti gli oggetti, seguito dall’alza bandiera con suono dell’inno nazionale. 

Leggi anche —->  Quanto guadagna Stefano De Martino: stipendio e patrimonio

Leggi anche —->  Italia’s Got Talent, stasera al via la nuova edizione. Le anticipazioni

Le altre regole del reality

Ancora: le comunicazioni ai concorrenti vengono effettuate ai ragazzi in plotone, bisogna rivolgersi ai propri istruttori con i comandi recluta seguito da nome e cognome. E ancora: chiedere sempre il permesso agli istruttori prima di parlare, inserire correttamente la divisa e svolgere il ruolo del piantone con massima serietà. All’inizio del programma, prima di entrare in caserma, i ragazzi verranno sottoposti al taglio dei capelli , mentre le ragazze possono rilevare i propri capelli in uno chignon basso, che non sia più grande di un’arancia.

Ognuno dei concorrenti, in coppia, dovrà svolgere servizio mensa durante la settimana, e allo stesso modo la pulizia di bagni e camerate. Ad ogni modo chi non rispetterà la divisa sarà fuori. In tutto questo, ci saranno duri addestramenti, percorsi ginnaci, arrampicate e traversate. Numerose infatti le esterne previste. In trenta giorni i concorrenti possono superare i propri limiti: ma dimostrare, oltra ad essere maturati personalmente, che è possibile superare i grandi ostacoli facendo squadra.