“E se gli faccio schifo?” Maria De Filippi severa con sé stessa | La paura della regina della tv

Maria De Filippi è una donna forte ed indipendente. Il segreto del suo successo?  Il senso di autocritica, che le impone di dare sempre il meglio di sé.

Maria De Filippi: comprensiva con il prossimo ed intransigente con se stessa. Ma perché?

Maria De Filippi è la punta di diamante dell’azienda Mediaset. Con oltre un ventennio di conduzione alle spalle, sa come far bene il suo lavoro e di certo, uno dei segreti per riuscire ad ottenere i grandi risultati a cui ci ha abituaiti è senza dubbio il fatto che è una grande stacanovista. Maria pretende molto da stessa, e il suo forte senso di autocritica la spinge a dare sempre il massimo. Dietro a questo comportamento, si nasconde però un’insicurezza, che nasce da un motivo ben preciso. Maria teme infatti di non essere all’altezza delle aspettative di una persona in particolare, che evidentemente le sta molto a cuore. E’ lei stessa ad ammetterlo, nel corso di una passata intervista per il Corriere della Sera.

Gabriele: è il giudizio che mamma Maria teme

Maria De Filippi è una madre che, come tutte le madri, ha a cuore l’opinione che il figlio ha di lei. La conduttrice ha svelato i suoi più intimi timori, come quello che l’ha accompagnata quando, insieme al suo compagno Maurizio Costanzo ha deciso di conoscere Gabriele. La paura di non piacergli era tanta, come racconta lei stessa, dolcissima in quest’intervista: “Quando ho incontrato per la prima volta Gabriele: lui aveva 10 anni, io ero tesa come una corda di violino, era come andare a un esame a cui non ti puoi preparare. Pensavo: e se gli faccio schifo?

“Queen Mary”: tutti suoi successi

Durante l’intervista Maria De Filippi, si è lasciata andare raccontando le emozioni che le regalano i suoi programmi. “Amici è quello che mi dà soddisfazione, Tú sí que vales leggerezza e spensieratezza, Uomini e donne divertimento con gli amori di Gemma a 70 anni. C’è posta invece è quello che mi appassiona di più, perché la scelta delle storie è mia, perché mi misuro con quello che non conosco, con l’imprevisto di chi arriva ad aprire o meno la busta” ha spiegato la conduttrice.

Leggi anche—–>Anna Falchi e l’addio a Fiorello: “L’ho trovato a letto con…”

Leggi anche——->Carlo Conti, parla l’ex Morise: “Ecco perchè ci siamo lasciati”

Poi per concludere ha aggiunto:“Chi fa tv fa mediazione tra quello che succede in studio e quello che arriva a casa: C’è posta consente a chi lo conduce di non rimanere imbrigliato. Per questo preferisco il pomeridiano di Amici piuttosto che il serale, perché non mi sento ingabbiata in un meccanismo di gara dove il tele voto padroneggia e se la mia attenzione di conduzione dura più tempo su un ragazzo che balla piuttosto che canta rischio di condizionare il risultato” .