Amadeus, il triste retroscena sul suo passato: “Ho rischiato di…”

Lo scorso 4 settembre è stato il compleanno del mitico Amadeus. Per l’occasione la redazione di Che Tempo che fa, condotta da Fabio Fazio ha voluto omaggiarlo condividendo un lungo messaggio del conduttore. Le sue parole sono arrivate al cuore di migliaia di persone, come un monito di positività.

Amadeus, il conduttore racconta del suo periodo no

Amadeus è uno dei conduttori più amati della televisione italiana. Simpatico, deciso quando è il momento, il conduttore piace per la sua capacità innata di gestire il palcoscenico, qualsiasi cosa accada! Amadeus ha dato piena dimostrazione della sua grande attitudine per la conduzione, anche al timone del Festival di Sanremo, occasione in cui ha convinto tutti, ma proprio tutti!

Il conduttore gode della stima del pubblico e dei colleghi, ed in occasione del suo compleanno in tantissimi hanno speso delle parole positive per lui. Anche il team di Che Tempo che fa, il programma cult condotto dal giornalista Fabio Fazio ha voluto fargli agli auguri in modo speciale.

Per l’occasione infatti, la redazione della trasmissione ha condiviso un pensiero molto profondo di Amadeus, risalante a qualche tempo fa. Il conduttore ha parlato del momento negativo che ha attraversato, delle difficoltà che ha incontrato qualche anno fa.

Nonostante il periodo no, Amadeus non si è perso d’animo ed ha continuato ad andare avanti con fiducia nel futuro. Poi, finalmente è arrivata la svolta, ma solo perchè non ha mai smesso di demordere, di lavorare sodo.

Il conduttore racconta: “Nessuno mi dava da lavorare, nessuno mi chiamava”

Anni fa sono rimasto fermo per due anni e ho rischiato che la mia carriera fosse al capolinea. Nessuno mi dava da lavorare, nessuno mi chiamava, non avevo più offerte, ero passato dall’essere uno che faceva picchi di ascolto a uno a cui non squillava il telefono. A quel punto avevo due strade: o mi disperavo o ripartivo da zero”- ha dichiarato il conduttore.
Poi ha aggiunto: “Ho fatto una seconda gavetta è la seconda è stata più affascinate della prima che era capitata in età logica: a 45 anni hai una consapevolezza diversa, non sei neanche sicuro che le cose vadano bene, ma sono sempre stato tranquillo e fiducioso.