Volo, Ignazio Boschetto spiega il perché del flop: “Avevamo paura”

Uno dei tre tenori de ‘Il Volo’ spiega il perché non è ancora partito l’ultimo progetto del gruppo annunciato già da tempo.

Sebbene si tratti di un genere che non va per la maggiore, Il Volo è uno delle realtà della musica italiana che ha maggiore successo all’estero. Il trio canoro è in attività da 10 anni e in questo 2021 avrebbe voluto celebrare l’importante traguardo professionale con un tour italiano per le varie città d’Italia. La situazione pandemica ha reso complicato l’organizzazione delle varie tappe, così gli artisti hanno deciso di rimandare al prossimo anno la tournée celebrativa.

L’intoppo causato dal Covid, problematica che condividono con tutti gli altri artisti sul pianeta, non ha intaccato il successo del trio che ancora oggi continua ad avere un seguito incredibile soprattutto negli Usa, Paese in cui hanno aperto un concerto alla grandissima Barbara Straisand. Il Volo non è solamente amato dal pubblico, ma anche dalla critica che in questi anni ha premiato gli artisti italiani con diversi premi: nel 2014 è arrivato il Billboard Latin Music Awards, nel 2015 la vittoria del Festival di Sanremo e nel 2018 quella ai Wind Music Awards.

Leggi anche ->Rosalinda Cannavò affranta : cosa sta succedendo all’ex del Grande Fratello Vip

Il Volo costretto a rinviare un grosso progetto: Ignazio Boschetto spiega il perché

Come tutti gli artisti, specie quelli dell’età di questi tre giovani talenti, anche i componenti del Volo hanno un profilo social e sono attivissimi nel rispondere alle curiosità dei fan. Il più attivo dei tre è sicuramente Ignazio Boschetto, il quale può vantare un seguito social di 500 mila follower. Su Instagram il cantante è solito condividere immagini dei lavori, dei concerti e la creazione di nuovi progetti.

Proprio su uno di questi verteva la domanda di uno dei suoi fan. L’utente ha chiesto al cantante quando avrebbe potuto mettere le mani sui prodotti del marchio Boin, progetto di design che vede impegnati tutti e tre i tenori. La risposta di Ignazio non è certo passata inosservata, visto che spiega come in questo momento i lavori sul nuovo progetto sono completamente fermi per volontà degli artisti.

Leggi anche ->Flavio Braitore cambia look a 71 anni: cosa ha fatto ai capelli l’ex di Elisabetta Gregoraci

In sostanza il blocco è stato deciso per lo stesso motivo per cui si è verificato quello sui concerti, la pandemia: “Purtroppo la pandemia ci ha bloccato, avevamo paura di non poter esprimere al meglio le nostre potenzialità. Se tutto va bene nel 2022 lanceremo il nostro sogno”. Insomma anche in questo caso tutto è rimandato al prossimo anno.