Paolo Ciavarro ed Eleonora Giorgi, perché è finita

Perché è finita tra la coppia di attori Massimo Ciavarro ed Eleonora Giorgi ? Ecco le parole dell’attore e il loro attuale rapporto.

La coppia Ciavarro – Giorgi

Sono stati una delle coppia più apprezzate, e chiacchierate, del mondo dello spettacolo. Stiamo parlando degli attori Massimo Ciavarro ed Eleonora Giorgi . I due hanno avuto una lunga storia d’amore di oltre 12 anni, da cui è nato Paolo, oggi volto noto del piccolo schermo. Ciavarro e Giorgi, come raccontato spesso da entrambi, hanno mantenuto un ottimo rapporto. I due si sono conosciuti sul set di Sapore di mare 2 – Un anno dopo. Ciavarro, siamo nell’83, aveva 26 anni ed era uno dei volti più noti dei fotoromanzi del settimanale Grand Hotel. Si tratta per lui del primo grande ruolo sul grande schermo. Mentre Eleonora Giorgi, anche se aveva appena 30 anni, era già una delle attrici più famose. L’anno prima, nel 1982, aveva vinto il Premio David di Donatello come Migliore Attrice Protagonista per il film Borotalco , al fianco di Carlo Verdone.

In un’intervista rilasciata a Caterina Balivo a Vieni da me, Massimo Ciavarro ha parlato del primo di Eleonora Giorgi. Ha raccontato: ” Lei è stata mia moglie per 12 anni e, a dire la verità, non credo sia poi così tanto dal mio punto di vista. Ma lei è la madre di mio figlio Paolo e la nostra separazione è stata molto dolorosa . Dolorosa perché comunque fatto tanto insieme, debbo dire che ci ho messo del tempo per riprendermi. Sono stato parecchio male. La vita però va avanti, grazie al cielo non abbiamo nessun tipo di conflittualità “.

Leggi anche —–>  Francesca Fialdini curiosità: in cosa è laureata la splendida conduttrice

Leggi anche —–>  Principe Carlo distrutto dopo la morte di suo padre Filippo: “Come si è ridotto”

La fine della loro storia d’amore

L’attore Ciavarro ha poi parlato della separazione, difficile, da Giorgi, ammettendo i suoi errori durante la loro relazione. Ha spiegato: Lei aveva anche le sue buone ragioni. Un uomo spesso finisce per adagiarsi nelle storie, invece la donna vuole dimostrazioni di affetto, gesti continui”. 

Ed ha poi concluso: “Cose che io non esprimevo con i fatti. Cercavo di fare qualcosa, evidentemente non riuscendo abbastanza. Però tutto quello che alla fine procura un danno o una sofferenza, finisce per farti crescere”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.