Non è l’Arena, anticipazioni puntata domenica 11 aprile

Anticipazioni della puntata di domenica 11 aprile di Non è l’Arena, condotto su La7 da Massimo Giletti. Ecco quali saranno i temi più caldi della puntata che andrà in onda dalle 20.30 circa.

Anticipazioni Non è l’Arena

Questa sera, domenica 11 aprile, dopo la pausa pasquale, torna il consueto appuntamento con il programma di approfondimento giornalistico, Non è l’Arena. Il talk, condotto da Massimo Giletti, andrà in onda come sempre dalle 20.30 circa su La7. Come il conduttore ha anticipato sui canali social della trasmissione, ampio spazio sarà dato al caso Concorsopoli Lazio. Un caso che sta scotendo la politica regionale del Lazio ed ha portato alle dimissioni del Presidente del Consiglio Regione Lazio, Mauro Boschini. Si ripercorreranno tutte le tappe che hanno portato allo scandalo di cui si stanno occupando i media da qualche settimane. Ma nelle mani di Massimo GIletti ci sarebbero nuove prove, come ha spiegato lo stesso conduttore.

Rivela Massimo Giletti: “Tutti stanno cercando questi documenti, che faranno molto parlare domani. Sono i documenti del concorso dei miracoli, avvenuto qui nel Lazio, in una piccola cittadina, Allumiere. Il quale sta mettendo in grande crisi la Regione Lazio, ci sono state addirittura le dimissioni del Presidente del Consiglio Regionale. Ci sono tutti i documenti per capire che cosa è davvero successo a questo concorso. Diremo i nomi e i cognomi e soprattutto le votazioni, perché anche questo è un segreto”. 

Leggi anche —–> Il Paradiso delle Signore, anticipazioni puntata 12 aprile: Marta ritorna a Milano ma incontrerà Vittorio?

Leggi anche —–> Filippa Lagerback racconta la sua malattia: “Dolori allucinanti, a Che Tempo che Fa a volte soffro”

Il caso Ranieri Guerra

In seguito si tornerà a parlare sul mancato aggiornamento del piano pandemico da parte del nostro Paese. Durante la puntata verranno mostrate in esclusiva le chat tra Ranieri Guerra e Silvio Brusaferro. Il primo è l’ex direttore generale dell’ufficio di Prevenzione del Ministero della Salute e direttore vicario dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Mentre il secondo è portavoce del Comitato Tecnico Scientifico. Guerra è attualmente indagato per falsa testimonianza dalla Procura di Bergamo nell’ambito delle indagine sul piano pandemico italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.