Vite al limite, il dramma di Kelly Mason: morta dopo aver partecipato al programma

Kelly Mason è una delle protagonisti di Vite al limite che è morta prima di riuscire a cambiare vita grazie al programma.

Per chi non lo conoscesse, Vite al limite è un programma che si occupa di illustrare le problematiche fisiche di persone afflitte da obesità patologica. Chi segue il programma, oppure ha conoscenze mediche, sa bene che le persone che soffrono di tale patologia sono a rischio sopravvivenza, poiché l’obesità comporta con il passare del tempo una serie di problematiche fisiche potenzialmente letali.

L’obbiettivo didattico del programma è proprio quello di mostrare alle persone le conseguenze di uno stile di vita non salutare, oltre a cercare di aiutare i diretti interessati a cambiare vita ed evitare conseguenze estreme con l‘ausilio di specialisti. Una finalità, quest’ultima, che purtroppo non sempre può essere raggiunta, visto che molti dei protagonisti arrivano gravati già da diverse patologie. Sono diverse le persone che non sono riuscite a cambiare vita prima che fosse troppo tardi. Noti a tutti gli appassionati del programma sono i casi di James King e Lisa Fleming, morti entrambi tempo dopo aver partecipato al programma.

La triste storia di Kelly Mason, morta dopo aver partecipato a Vite al Limite

Nella puntata che andrà in onda questa sera su Real Time, potremo vedere la storia di Kelly Mason, donna afroamericana gravata da un’obesità patologica e da problematiche cardiache potenzialmente letali e che ne hanno causato il decesso qualche tempo dopo la partecipazione al programma. Nativa della Carolina del Nord, Kelly era arrivata a pesare 320 chili. Presentandosi aveva spiegato “Vorrei avere un corpo diverso”, sottolineando come la lotta per dimagrire e vivere in quel corpo era diventata per lei una “tortura”.

Leggi anche ->Amici, conoscete l’ex fidanzato (famoso) di Rosa Di Grazia? Chi c’era prima di Daddy FOTO

Seguita dallo specialista iraniano del programma, il Dottor Nowzaradan, la donna era stata messa di fronte alla dura realtà. Il medico infatti non aveva usato mezze misure nel dirle che per lei dimagrire non era una questione esclusivamente estetica, ma una questione di vita o di morte. Questo infatti le diceva: “Devi iniziare a perdere peso immediatamente perché ogni giorno è una questione di sopravvivenza o meno”. Per altro lo stesso aveva spiegato che le patologie di cui soffriva erano talmente gravi da rendere molto basse le sue chance di sopravvivenza.

Kelly ci ha provato a dimagrire subito, ma i suoi sforzi si sono rivelati vani visto che è morta qualche tempo dopo nel sonno. Ad annunciarne il decesso è stato lo stesso Dottor Nowzaradan, il quale ha prima sottolineato l’impegno della donna: “Kelly ha combattuto per molto tempo con le sue condizioni cardiache”. Quando è avvenuto il decesso, la paziente si trovava ancora in cura dal luminare, il che ha reso per il medico ancora più dolorosa la notizia della sua morte.

Leggi anche ->Joe Bastianich, lo scatto da 20enne: capelli folti e neri, com’era (e si paragona a Matteo Renzi)

Tuttavia, era consapevole che sarebbe potuto capitare: “Considerando le condizioni in cui si trovava il cuore di Kelly, questa notizia non è del tutto inaspettata. Ero ancora molto fiducioso che saremmo riusciti a farla uscire dal suo stato di insufficienza cardiaca, quindi sono molto rattristato di sentire questa notizia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.