Pedicure fai da te perfetta fatta in casa: talloni, unghie e duroni

Come fare una pedicure perfetta come quella tradizionale. Pedicure curativo e estetico

Coem fare una pedicure fatta in casa perfetta e professionale

Non si può andare al centro estetico? Nessun problema, potete fare da sole. Seguendo questa guida potrete fare una pedicure fai da te perfetta e professionale. Se avete poi degli strumenti idonei, come i leva calli ad esempio, potrete riuscire anche a fare un buon pedicure curativo e dimenticarvi così di quel fastidioso mal di piedi.

Fare un pedicure è infatti non solo una questione estetica, ma anche di salute. E poi diciamolo: mettere i piedi in ammollo in acqua calda è anche molto rilassante! E avere poi piedi morbidi come seta è un piacere a cui non rinunciare!

Leggi anche -> Come fare la manicure a casa: consigli per unghie perfette <<

Come fare un pedicure in casa

La sera quando si ha addosso tutta la stanchezza della giornata è il momento migliore per un pediluvio rilassante. Ed è l’occasione giusta per prendervi cura dei vostri piedi. Se non avete problemi di calli o duroni vi serviranno pochi strumenti, se invece avete unghie incarnite, calli e duroni potrete usare il ‘credo’ ossia il taglia calli e la raspa. Questi strumenti vanno però usati con estrema cautela.

Un pedicure curativo può essere fatto solo da un podologo, in casa potrete fare un pedicure curativo di emergenza. Già uno scrub e l’uso – ripetiamo con attenzione – del credo può dare notevole sollievo.

Pedicure fai da te: cosa fare

  • Pediluvio con sale grosso o bicarbonato
  • Scrub per le aree più ruvide
  • pietra pomice per talloni screpolati e duroni
  • maschera idratante
  • tagliate le unghie
  • crema idratante

Pediluvio con sale grosso o bicarbonato

Prendete una bacinella e versate dell’acqua calda, non bollente, e aggiungete un paio di manciate di sale grosso o di bicarbonato. Restate con i piedi in ammollo per 15 minuti. Questa soluzione ammorbidisce la pelle, drena i piedi gonfi e disinfetta. Potete aggiungere nell’acqua qualche goccia di olio di lavanda.

Scrub per le zone più ruvide: i talloni screpolati

Passaggio fondamentale del pedicure fai da te a casa è lo scrub. Questo vi permetterà di rimuovere la pelle morta, di curare i talloni screpolati e levigare i duroni.

Create uno scrub con due manciate di sale grosso, due manciate di semolino, 1 cucchiaio di miele e il succo di 1 limone. Passate il composto su tutto il piede insistendo nelle zone più ruvide, ovvero i talloni e dove ci sono asperità. Poi sciacquate con acqua tiepida e rimettete i piedi in ammollo.

Per i talloni screpolati potete fare anche uno scrub meno aggressivo con due cucchiai di bicarbonato di sodio e un po’ di acqua calda. Applicate, massaggiate e poi risciacquate.

pietra pomice
Pietra pomice: alleata per il benessere dei piedi e fare una pedicure professionale

Pietra pomice

Un’alleata da avere sempre in casa è la pietra pomice. Utile sia per un pedicure estetico, sia per quello curativo permette di levigare, ridurre duroni e calli e limitarne la comparsa. Asciugate i piedi e passate la pietra pomice delicatamente e con movimenti circolatori insistendo dove ci sono duroni o screpolature.

Maschera idratante

Dopo aver levigato è il momento di nutrire. Preparate una maschera per piedi utilizzando burro di cacao, sale grosso e miele oppure applicate direttamente il miele e lasciate agire per una mezzora. Ideale anche il burro di karitè da applicare sui talloni screpolati e sulle parti più delicate.

Tagliate le unghie

Procedete adesso a tagliare le unghie con uno specifico taglia unghie. Le dovete tagliare orizzontali senza fare gli angoli tondi. Questo serve per prevenire la formazione di unghie incarnite.

Crema idratante

Asciugate i piedi e mettete una crema idratante, o un olio come quello di mandorla, applicandola dal basso verso l’alto, picchiettando leggermente così da attivare la circolazione.

Pedicure curativo

Se i vostri piedi avrebbero bisogno della mano esperta di un podologo, potete nel frattempo e facendo attenzione usare il ‘credo’ ovvero il taglia calli e duroni e la raspa.

Ma come usare il credo? Dopo aver messo i piedi in ammollo e aver dunque ammorbidito la pelle, tamponate il piede e mettetevi in una posizione in cui riuscite a vedere, magari aiutandovi con uno specchio, la parte da trattare con il credo.

Il credo non è altro che una sorta di rasoio fatto per rimuovere gli strati di pelle morta.
Dovete usare il credo in maniera longitudinale al callo, dall’alto verso il basso, con dei passaggi netti. Quando avrete rimosso la pelle più dura e giallognola e arrivate a quella più morbida e rosata dovete interrompere perché significa che avete rimosso il callo o il durone.

Il consiglio è quello di utilizzare il credo solo per un paio di passaggi, rimuovendo solo la parte più esterna di pelle morta evitando dunque di insistere.

A questo punto potete passare la raspa per limare eventuali rugosità della pelle. Passate poi su tutto il piede la pietra pomice per dare ancora maggiore levigatura.
Rimettete poi i piedi in ammollo in una soluzione con il sale così da disinfettare e prevenire eventuali formazioni di batteri. Terminate con un impacco idratante.