Caterina Balivo, il vero motivo dell’abbandono di Vieni da Me: c’entra il marito

Caterina Balivo si è raccontata ai microfoni di Mara Venier, la padrona di casa di  di Domenica In.

Caterina Balivo: ecco perchè ha lasciato Vieni da me

Mara Venier ha avuto come ospite nel suo programma Domenica In la splendida conduttrice partenopea, Caterina Balivo. La Balivo dopo aver concluso la sua esperienza alla guida di Vieni da me, ha intrapreso una nuova avventura, quella di giurata nella trasmissione condotta da Milly Carlucci.

“È dal 2003 che lavoro tutti i giorni in tv – ha detto Caterina rivolgendosi a Mara, – ho fatto tanti quotidiani, mi sono impegnata e divertita e mio marito è stato sempre accanto a me facendo anche dei sacrifici e dei passi indietro”. La pandemia, però ha sconvolto anche i suoi piani:“Il coronavirus però avrebbe potuto danneggiare la persona che ho accanto. Ed io pensare di passare un anno senza di lui a casa non ce l’ho fatta”, spiegando alla conduttrice la reale motivazione per la quale ha deciso di mettere un punto definitivo alla conduzione di Vieni da me.

Caterina Balivo: di nuovo in tv. E’ felice così

Caterina Balivo ha dichiarato che nonostante le sia dispiaciuto lasciare la conduzione di Vieni da me, è comunque contenta e soddisfatta della sua recente esperienza televisiva: “Sono una fan del programma e sono scatenata è difficilissimo indovinare l’identità!”.

Leggi anche —->Sanremo, bomba su Amadeus: spunta il nome del sostituto, conduttore amatissimo

Leggi anche —-> Che Dio ci aiuti, Francesca Chillemi e Erasmo Genzini: retroscena sulla vita privata

In fine, la conduttrice napoletana si è commossa al ricordo di Fabrizo Frizzi ed è tornata su una vicenda che l’ha fatta sta male. Appresa la notizia della morte del suo amico Fabrizio, la conduttrice nelc orso di una puntata di Vieni da me lo ha salutato con fare gioioso. Ma qualcuno ha frainteso e  l’ha criticata:” Mi sono indignata, l’anno vista come una gaffe ma secondo me lui è davvero sempre accanto a noi. Perché penso che c’è qualcosa dopo”.