Fiorella Mannoia non ha mai risparmiato Salvini, storia di un dissenso: “Ora è un vomito continuo”

L’ex Ministro degli Interni, e leader della Lega, Matteo Salvini , e la cantante Fiorella Mannoia sono arrivati ​​spesso allo scontro. Ecco alcune dichiarazioni.

Lo scontro tra Fiorella Mannoia e Matteo Salvini

Un continuo di colpi bassi, accuse reciproche e botta e risposta. Da diversi anni ormai tra la cantante Fiorella Mannoia e il leader della Lega Matteo Salvini sono volati gli stracci. I due via social se ne sono detti di tutti i colori. Partiamo, ad esempio, dallo scontro nell’estate del 2018. La cantante, durante una firma-copie presso la Feltrinelli a Roma, attaccò duramente l’allora Ministro dell’Interno. Spiegò la cantante: “Prima le istituzioni avevano pudore. Mentre ora è un vomito continuo ea chi dobbiamo dire grazie? A chi ha sdoganato un linguaggio che va bene per un avventore di un bar. Non per un ministro dell’Interno”. 

La replica di Matteo Salvini, via Twitter, non si fece di certo attendere: “Fiorella, dai, canta che ti passa! Magari Il cielo d’Irlanda”. Nel 2019, invece, Fiorella Mannoia ha pubblicato un tweet altamente polemico nei confronti della Lega. Il partito di cui Matteo Salvini è leader da diversi anni, aveva nel luglio pubblicato un video polemico nei confroni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte . Il Premier, nello stesso giorno partecipando ad una manifestazione, aveva suonato diversi strumenti. Nel video della Lega, queste le immagini della giornata erano state alternate ad alcune scene del film Titanic.

Leggi anche —->  Massimo Ghini e Nancy Brilli, la verità sul divorzio: “Le altre? È successo che Massimo era… “

Leggi anche —->  Doc Nelle tue mani 2 slitta, riprese ferme: “Situazione complicata”

Accuse reciproche

Per Mannoia: “Fin dove può arrivare la bassazza umana. Questa era una manifestazione a favore della disabilità. Quando si dice miserabili”. Un’accusa che il leader della Lega si è legato al dito, tanto che, in occasione di un suo intervento a La Spezia qualche tempo dopo, Salvini rispose. Salvini infatti disse: “Se volete i clandestini portateli a casa vostra, andate a lavorare. Siete un protestare con il Rolex al polso, andatevi ad ascoltare Fedez e la Mannoia”.

Su Twitter, Fiorella Mannoia ha risposto a uno stretto giro: “Nun je la fa. Non lo sopporta”. Un altro scontro è arrivato anche sul tema della discussione in merito alla legge sulla tortura. Salvini aveva infatti dichiarato: ” Bisogna rivedere quella normativa perché c’è l’avvocato ‘a gratis’, all’infinito, non per i poliziotti ma per i delinquenti”. E la cantante: ” La tortura è un abominio, è vietata dalle leggi internazionali. Quest’uomo ormai sta delirando”. Il leader della Lega aveva poi cercato di smorzare i toni: A me piace un sacco come cantante. Ti voglio bene Fiorella”.