Come avere casa più calda senza spendere: consigli e trucchi utili

Arriva il freddo: ecco i suggerimenti per stare al caldo senza spendere troppo, i trucchi e i consigli utili per una casa più calda

casa calda
Come avere una casa più calda senza spendere

L’arrivo dell’inverno ci fa tirare fuori dall’armadio le maglie pesanti, i piumoni, i cappelli e le sciarpe. Ma ancor prima di fare il cambio di stagione è quanto mai essenziale scaldare la casa. Non sempre accendere i termosifoni risolve il problema freddo. Ci sono case con radiatori al massimo e gelide. Cosa fare dunque per scaldare casa? Ci sono trucchi e soluzioni per poter avere una casa più calda senza spendere nulla o quasi.

Leggi anche -> Meteo arriva il freddo a inizio dicembre 2020: neve in città 

Trucchi utili per avere una casa calda

Al di là del vostro impianto di riscaldamento (centralizzato, autonomo, stufe etc) ci sono delle accortezze da prendere per poter avere una casa calda. Sono consigli e trucchi che vi faranno risparmiare parecchio, che vi renderanno la casa oggettivamente più calda e che vi daranno una sensazione di calore.

Ecco cosa fare per avere una casa calda

  • Isolare casa: paraspifferi, guarnizioni e panelli
  • Aumentare la sensazione di calore: tappeti e punti luce
  • Scegliere il giusto riscaldamento: stufe e termocoperte
  • Adottare comportamenti attenti

Isolare casa: infissi e porte

infissi
Isolare gli infissi: essenziale per avere una casa calda

Prima di accendere il riscaldamento, qualsiasi esso sia, è essenziale appurare che la vostra casa non abbia perdite di calore. Se abitate in una casa di recente costruzione, con infissi nuovi, è probabile che non abbiate questo problema, ma basta andare indietro di qualche anno per trovare infissi che non chiudono bene, cassettoni delle serrande che non aderiscono, pareti non isolate e via discorrendo. Se non isolate bene casa il riscaldamento non sarà mai davvero efficace e vi costerà moltissimo.

Se i vostri infissi non sono stati cambiati da poco è molto probabile che necessitano di manutenzione. Per verificare la presenza di spifferi basta accendere una candela e metterla vicino alla chiusura dei serramenti: se la fiamma si muove c’è dell’aria.

  • Controllate gli infissi: mettete delle guarnizioni nuove alle finestre
  • Verificate eventuali spifferi dai cassettoni delle serrande. Guarnizioni antifreddo o pannello isolante.
  • Mettete delle guarnizioni antifreddo alle porte delle camere e alla porta di ingresso
  • Isolate con appositi materiali (sughero ad esempio) le pareti della casa esposte all’esterno (soprattutto quello esposte a nord)
  • Passate della vernice isolante sulle pareti

Trucchi per una casa più calda: tappeti e paraspifferi

casa calda
Tappeti e camino: e la casa è subito caldissima

Una volta che avrete casa isolata termicamente potrete apprezzare un maggior calore perfino senza caloriferi o stufe accese. Inoltre ci sono delle accortezze da usare tutti i giorni per aumentare la sensazione di calore dentro casa.

  • Usate tappeti o se ne avete la possibilità montate il parquet o per un massimo di calore la moquette. Pavimenti di marmo, pietra o piastrelle non accumulano calore e risultano sempre freddi. Dunque da evitare in una casa che vuole essere calda.
  • Riempite la casa di paraspifferi. Oltre alle guarnizioni i paraspifferi colorati bloccano il passaggio di aria e danno una sensazione di calore.
  • Mettete tanti punti luce. Piccole luci sparse nella casa, da abat-jour a lanterne con lampadine a batteria, aumentano la sensazione di calore.
  • Pannelli termoriflettenti. Dietro ai radiatori metti un pannello termoriflettente così il calore non si disperde sulla parete, ma arriva nella stanza.

Riscaldamento cosa scegliere: stufe a gas, petrolio ed elettriche

State pensando di cambiare il riscaldamento della vostra casa o cercate solo un’aggiunta? La scelta è ormai molto ampia, ma molto dipende anche da quanto potete spendere e se la vostra casa è adatta ad alcune soluzioni. Ad esempio le stufe a pellet sono una delle soluzioni più gettonate, ma richiedono una canna fumaria. Si può creare se non c’è anche in un appartamento, ma ha un costo elevato (circa 3 mila euro).

Se non volete fare troppi lavori la soluzione è orientarsi su una stufa o su un condizionatore a pompa di calore. Quest’ultimo vi garantirà anche il fresco d’estate, ma mettete in conto un costo non economicissimo (minimo 300 euro il condizionatore più il montaggio che si aggira sui 250 fatto da un tecnico specializzato).

Per quanto riguarda le stufe senza canna fumaria ce ne sono di diverso tipo:

  • a petrolio
  • a bioetanolo
  • a gas
  • elettriche

Le stufe a petrolio hanno un ottimo potere scaldante per ambienti anche grandi 40 metri quadri. Mettete però in conto un po’ di cattivo odore all’accensione e allo spegnimento.

Le stufe a bioetanolo hanno la fiamma viva dando l’impressione di avere un camino in casa. Non emettono cattivi odori, ma hanno un potere scaldante dell’ambiente inferiore a quelle a petrolio.

Le stufe a gas sono un grande classico: economiche, piuttosto efficienti, ma scomode per via della bombola e molto ingombranti.

Le stufe elettriche: ce ne sono di un’infinità di modelli dai termoconvettori da bagno ai termosifoni. Quelle con maggiori prestazioni offrono una buona riuscita nello scaldare l’ambiente, possono essere splendidi oggetti d’arredo, ma rischiano di pesare in bolletta.

I comportamenti per avere casa più calda

Per avere una casa calda è necessario anche avere dei comportamenti intelligenti. Ciò significa ad esempio non spalancare le finestre di notte ed evitare le correnti e soprattutto sfruttare il sole. Ecco qualche accorgimento utile.

  • Apri le finestre solo nelle ore più calde. Il ricambio di aria in casa deve essere fatto solo nelle ore più calde della giornata, così che l’aria che entra in casa non è troppo fredda.
  • Alza le finestre. Durante la giornata alza le serrande o apri le persiane e fai entrare il sole.
  • Fai asciugare i panni all’esterno. Stendere in casa non è una buona idea in quanto fa disperdere dell’umidità nell’aria.
  • Indossare solette scaldanti. Le estremità come mani e piedi sono quelle che soffrono più il freddo. Il nostro organismo pensa prima e giustamente agli organi. Ma basta un paio di solette per avere piedi caldi!

Leggi anche -> Come lavare i pavimenti al meglio: il segreto che non tutti conoscono