I funerali di Gigi Proietti si terranno il 5 novembre

Decisa la data del funerale di Gigi Proietti. Le esequie si terranno a Piazza del Popolo

proietti
Il Campidoglio con l’omaggio a Proietti (web source)

Sarà la Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo il luogo dove si darà l’ultimo saluto a Gigi Proietti, scomparso il 2 novembre nel giorno del suo ottantesimo compleanno. Il grande artista era ricoverato già da qualche giorno per problemi cardiaci in una clinica romana, ma le sue condizioni in seguito a un infarto si sono ulteriormente aggravate e non c’è stato più nulla da fare.

Enorme il cordoglio di tutto il mondo dello spettacolo, ma anche della cultura e delle istituzioni per l’attore romano, ultimo grande mattatore. Tantissime le reazioni sui social di amici e colleghi. Così come enorme è stata la partecipazione della gente comune che ha voluto portare un fiore presso la clinica dove Gigi è deceduto.

Mercoledì 4 novembre sarà allestita la camera ardente in Campidoglio e giovedì 5 i funerali alla Chiesa degli artisti. Non è chiaro se i funerali saranno in forma privata o pubblica. Non è chiaro se il pubblico potrà partecipare date le misure anti-covid che verranno ulteriormente strette nel DPCM di martedì 3 novembre.

Nell’ipotesi della cerimonia pubblica è quasi certa la diretta su Rai 1 e gli ingressi contingentati in piazza e in chiesa. Ma vista la riservatezza della famiglia è le difficoltà legate all’emergenza coronavirus è possibile che le esequie si svolgano in maniera privata.

“Meritava un funerale diverso. Se non ci fosse stato il Covid tutto il Lazio sarebbe arrivato a Roma per dargli l’ultimo saluto, purtroppo non sarà così. Ci saranno poche persone e solo quelle autorizzate”, ha detto Marco Pupin direttore per anni del Sistina all’AdnKronos.

Lutto cittadino a Roma

Fino al giorno del funerale il volto di Gigi Proietti campeggerà sui monumenti di Roma, un omaggio della sua città a quello che è un monumento dello spettacolo.
Il giorno dei funerali sarà lutto cittadino a Roma come già annunciato dalla sindaca Virginia Raggi.