Laura Pausini presenta “Io sì”, brano che potrebbe portarla agli Oscar

Laura Pausini nella copertina del singolo “Io sì (Seen)”

Torna sulle scene Laura Pausini con “Io sì (Seen)“, brano che promette di emozionare insieme al film di cui è la canzone originale, “La vita davanti a sé (The Life Ahead)” con una Sofia Loren già annunciata da Oscar, diretta dal figlio Edoardo Ponti.

Leggi anche –> Bruce Springesteen, Letter To You: tracklist e anticipazioni del nuovo album

Laura Pausini presenta “Io sì”

Io sì (Seen)” esce venerdì 23 ottobre con un EP che contiene cinque versioni del brano in altrettante lingue: italiano, inglese, spagnolo, portoghese, francese. È stata la stessa Pausini a proporre alla casa discografica la pubblicazione del brano nelle cinque lingue in cui lo ha cantato. Per lei è un modo per rendere la storia più universale, così che più persone possano entrarci. Nel film comunque, anche nelle versioni per l’estero, la produzione ha deciso di lasciare la versione  in italiano.

La musica di “Io sì” è della famosa compositrice americana Diane Warren, autrice di brani di successo e vincitrice di un Grammy, un Emmy e un Golden Globe e con 11 nomination agli Oscar, ma senza aver mai ottenuto il premio. È stata lei a proporre la collaborazione alla Pausini. Il testo in italiano e nelle altre lingue è stato scritto da Laura Pausini con Niccolò Agliardi.

Nell’aria c’è già attesa di grande successo per questo nuovo singolo che non è semplicemente un singolo, ha precisato Pausini. È la canzone portante del nuovo film con Sofia Loren che tratta temi complessi e universali come l’abbandono, la solitudine, la solidarietà, l’empatia e l’altruismo. È la storia di due vite diverse che si incontrano: Madame Rosa (Sofia Loren), una sopravvissuta all’Olocausto, e Momò (Ibrahima Gueye), un orfano di 12 anni di origine senegalese.

“Io sì”, il barno di Laura Pausini sul canale YouTube ufficiale di Warner Music Italy

Com’è nato il progetto

Laura Pausini ci teneva molto a raccontare con la sua voce questa storia, a interpretarla con il suo nuovo brano, in un momento storico molto particolare segnato dai pregiudizi razziali e culturali. La canzone che Diane Warren le aveva proposto le era piaciuta subito ma Laura si è presa del tempo per pensarci prima di accettare di cantarla. È stata la visione del film che l’ha convinta. Per lei è stata un’esperienza molto emozionante, ha detto, un’emozione così forte che ha voluto subito riversare in “Io sì“, dedicandosi anima e cuore al progetto.

L’EP di “Io sì (Seen)” sarà pubblicato su tutte piattaforme digitali dal 23 ottobre. Mentre il film La vita davanti a sé (The Life Ahead) uscirà al cinema il 3 novembre e poi su Netflix il 13 novembre.

Il film diretto da Edorado Ponti è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo del 1975 “La vita davanti a sé, dello scrittore lituano naturalizzato francese Romain Gary, che gli è valso il prestigioso Premio Goncourt.

Nel frattempo, il brano “Io sì” è stato proposto dai produttori alle nomination agli Oscar per la miglior canzone originale. Solo l’idea causa forti emozioni a Laura Pausini, che dopo un Grammy e quattro Latin Grammy potrebbe coronare la sua carriera con il premio Oscar. “Se ci penso mi gaso e poi crollo se non vinco”, ha detto Pausini per scaramanzia. In attesa della candidatura all’Oscar e anche al Golden Globe, ascoltiamo “Io sì”.

Il trailer ufficiale di “La vita davanti a sé”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.