Chi è Massimo Giletti: carriera, politica, fidanzate e curiosità

Biografia di Massimo Giletti. La vita privata del noto conduttore, le sue idee politiche, la sua famiglia e le sue origini

giletti massimo
Chi è Massimo Giletti

E’ uno dei volti più apprezzati della tv, uno dei giornalisti più amati e forse un giorno potrebbe diventare anche uno dei sindaci più famosi d’Italia. Massimo Giletti è infatti uno dei più corteggiati dalla politica e non è esclusa una sua candidatura a Sindaco di Roma. Scopriamo allora tutto su Massimo Giletti: chi è, quanti anni ha, la sua carriera, la sua famiglia e i suoi amori.

Chi è Massimo Giletti: origini e famiglia

Massimo Giletti è nato a Torino il 18 marzo del 1962 da un’agiata famiglia di imprenditori. La sua famiglia è infatti proprietaria di un’azienda tessile, la Giletti SpA, tuttora attiva con sede a Ponzone di Trivero vicino Biella.

La famiglia di origine di Massimo Giletti è composta da papà Emilio, recentemente scomparso, da mamma Giuliana e da due fratelli gemelli, Emanuele, ingegnere e Maurizio, commercialista. Il papà oltre ad essere imprenditore è stato anche pilota della Ferrari.

Quando il papà è scomparso nel gennaio 2020 Massimo Giletti è diventato presidente dell’azienda di famiglia.

A Torino Massimo ha frequentato il Liceo Massimo d’Azeglio. Si è iscritto poi alla facoltà di Giurisprudenza dove si è laureato con 110 e lode. Terminati gli studi ha vissuto un periodo a Londra salvo poi tornare in Italia. Ha iniziato a lavorare nell’azienda di famiglia come operaio. Ha poi però scelto di intraprendere la carriera giornalistica e televisiva.

La carriera di Giletti

Massimo a lavorare come giornalista nel 1988 nella redazione di Mixer, il programma di Giovanni Minoli. Nel 1994 approda a Rai Due alla conduzione del programma Mattina in Famiglia, poi nel 1996 passa alla conduzione de I fatti vostri dove rimane per 6 anni.

Conduce diversi programmi da Casa Raiuno a una Voce per Padre Pio a Domenica In fino ad arrivare nel 2006 a L’Arena, un talk show che fa ottimi ascolti.

La carriera giornalistica subisce degli alti e bassi: nel 1998 viene sospeso per 12 mesi per violazione delle norme sul divieto di commistione pubblicità e informazione giornalistica.

Nel 2008 si dimette dall’Ordine dei Giornalisti dopo aver ricevuto il quarto richiamo disciplinare per commistione tra attività giornalistica e pubblicità. Poi nel 2014 l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte lo riaccoglie e gli riconsegna la tessera.

Nel 2017 lascia la Rai e approda a La7 per condurre Non è l’Arena. Da settembre 2020 conduce un suo programma radiofonico ‘Giletti102.5′ sull’emittente 102.5.

Vita privata: le fidanzate dello scapolo d’oro 

Massimo Giletti non si è mai sposato, ma è spesso finito sulle prime pagine dei giornali scandalistici per alcuni scatti rubati. Molti anche i flirt attribuiti tra cui il più noto quello con Barbara d’Urso.

Un altro volto noto della tv, Antonella Clerici, è stata una sua importante fidanzata. Storica fidanzata è stata poi Angela Tucci, attrice e modella, nota al grande pubblico per aver recitato in Un Posto al Sole. I due si sono conosciuti in occasione di una premiazione ad Avellino. La loro relazione è durata dal 2011 al 2013, ma sembra esserci stato un ritorno di fiamma nel 2017.

Nel 2015 invece la storia con l’allora vicesindaco del PD di Vicenza Alessandra Moretti.
Da allora nessuna novità pubblica, solo lo status di scapolo d’oro della tv.

Curiosità, politica e passione di Giletti

Giletti è un tifoso della Juventus e un grande amante degli animali. Nella residenza torinese di famiglia ha sempre avuto molti animali fra cani, gatti e cavalli. In passato è stato accompagnatore di gruppi di giovani malati a Lourdes.

Nelle sue trasmissioni non ha mai lesinato critiche anche feroci rimediando numerose denunce e querele. Il suo ultimo intervento a fine luglio sulle scarcerazioni dei boss della mafia per l’emergenza Covid lo ha esposto a minacce mafiose. Per questo gli è stata attribuita la scorta.

Giletti non ha mai reso pubbliche le sue idee politiche. Ai tempi del liceo si iscrisse in una lista di destra. Disse poi che erano i difficili tempi delle Brigate Rosse e servivano azioni di coraggio e antagonismo. In più di un’intervista ha dichiarato di non voler rendere pubblico il suo pensiero politico. Ciò per il suo ruolo di giornalista e conduttore di talk show politici. E’ stato però più volte corteggiato dalla Destra: Berlusconi in primis e la Lega in tempi più recenti.