Costo energia, come avere bollette della luce basse: stratagemmi

Costo energia

Con l’arrivo del freddo invernale aumenta anche il bisogno di energia per riscaldarsi. Sono milioni i consumatori in Italia che dovranno fare i conti con il costo dell’aumento dell’energia elettrica e il possibile razionamento del gas. Fondamentale quindi ridurre i consumi. Ma, come possono fare i consumatori italiani a diminuire il più possibile la spesa per l’energia e il gas? Cerchiamo di capirlo.

Fondamentale innanzitutto è precisare il gas e l’energia elettrica sono fonti energetiche strettamente legate: basta infatti pensare che molti impianti nazionali che producono corrente elettrica funzionano a gas. Sarebbe questa la ragiona per la quale è previsto quasi un raddoppio del costo della corrente elettrica. Se il governo è al lavoro per predisporre un razionamento dell’energia attraverso un piano di austerity che forse prevede anche il mantenimento dell’ora legale anche nel periodo invernale per avere un’ora di più al giorno di sole anche in inverno e quindi poter risparmiare di più sulla luce. Al contempo, che cosa possono fare i cittadini italiani per ridurre i consumi ed evitare il tracollo finanziario a causa degli elevati costi energetici? Vediamo qualche stratagemma da poter applicare all’interno delle nostre abitazioni.

Trucchi per il ridurre il consumo energetico

La prima cosa da fare per risparmiare sulle bollette della luce e risparmiare come minimo 200 euro in un anno è quella di controllare che l’impianto elettrico sia in perfetto funzionamento e che siano accese le luce necessarie solo nella stanza dove siamo e quindi sono veramente necessarie. Appunto, la principale cosa è ridurre la quantità di illuminazione che non serve: ragion per cui, se fino ad adesso potevate tenere in giardino le luci accese anche la notte per avere una buna illuminazione così come all’ingresso, adesso forse potete gestire con più parsimonia anche queste.

Inoltre, dovrete fare attenzione al fatto che il vostro gestore di energia elettrica sia quello con le tariffe più convenienti. A questo non rimane altro che cercare di capire se i vostri elettrodomestici siano a basso consumo, e soprattutto perfettamente funzionati. Un frigo rotto, infatti, consuma tantissima energia e, per di più, non funzionando bene non mantiene neanche al fresco il cibo. Stilando una breve classifica, possiamo dire che l’elettrodomestico che consuma di più è sicuramente il condizionatore. Al terzo posto abbiamo il phon che consuma più di un frigo, al quarto posto abbiamo la lavatrice, al quinto posto il microonde e poi a seguire la lavastoviglie e il forno elettrico. Per ridurre ulteriormente la bolletta, quindi, basteranno questi altri piccoli trucchetti:

1) fare la lavatrice solo quando è piena e usando una temperatura bassa come per esempio 30° e la funzione eco,

2) fare la lavastoviglie solo quando è piena se proprio non è possibile rigovernar a mano come un tempo

3) Usare il foro elettrico in modalità ventilata.