Drusilla Foer, e il suo saluto alla Regina Elisabetta II

Drusilla Foer

La scomparsa della Regina Elisabetta II ha destato molta tristezza nel mondo. Tantissime le personalità della politica, dello spettacolo ma anche persone comuni che vogliono omaggiare questa Sovrana con un saluto: tra queste, c’è stata anche Drusilla Foer che lo ha fatto tramite i social.

Poche parole per rendere omaggio e fare un ultimo saluto a una Regina che ha regnato per 70 anni facendosi amare da tutti. Ed è cosi che la grande Drusilla Foer ha scelto di salutare questa speciale donna e Sovrana tanto amata nel mondo che ha vissuto tutti i tanti cambiamenti e i momenti difficili delle ultime epoche nei suoi decenni di regno.

Il saluto alla Regina Elisabetta II fatto da Drusilla Foer

Bye Bye Betty. Una Regina è tale quando è un esempio. Brava, ci sono donne che fanno un lavoro da uomini meglio degli uomini. Con la forza e la fragilità“. È con queste poche e profonde parole che la grande Drusilla Foer ha salutato la Regina Elisabetta II. Una frase questa che per qualcuno presenta delle inesattezze storiche. Come infatti viene scritto sul “Fatto Quotidiano” il “lavoro” del re e della regina non avrebbe sesso. Essi devono rispettare protocolli precisi e avere grandi abilità politiche e diplomatiche. L’altra inesattezza, sempre secondo quanto scritto su “Il Fatto Quotidiano”, è attribuire il termine “fragilità” alla Regina Elisabetta e al concetto di lavoro del sovrano. La ragione di questo starebbe nel fatto che la Regina Elisabetta volontariamente non faceva trasparire le sue fragilità e le sue emozioni. Questo perché i Windsor non devono mostrare sentimenti o emozioni per non esser interpretati.

Certo però è anche vero che il capo dello stato di una monarchia deve avere un carattere forte e grande determinazione per portare avanti e nel modo migliore il suo Regno. Delle abilità queste che colpiscono particolarmente quando a dimostrare di possederle è una donna come la Regina Elisabetta che in tv sembrava più minuta di quello che realmente era. Sicuramente, pur non dovendo per protocollo mostrare pubblicamente i suoi sentimenti, dolori e dispiaceri, soprattutto negli ultimi anni alcune delle sue fragilità dovute all’età sono sicuramente trapelate all’esterno. Nonostante ciò, la Regina ha dimostrato di avere una grande forza andando avanti con tutta la sua energia tanto da, pochi giorni prima di morire, ricevere, eccezionalmente al Castello di Balmoral, Liz Truss per formalizzare il passaggio di consegne con Bori Johson che è il premier uscente. La signora Truss avendo accettato l’offerta della Regina Elisabetta II è quindi divenuta Primo Ministro e First Lord of the Treasury. Forza e fragilità (nascosta più che poteva) insieme in una donna che ha mostrato grande forza in tutta la sua vita e che hanno fatto di Lei un’icona e un esempio di stile da seguire. Insomma, una Grande Regina.