Bonus mamme disoccupate: come richiederlo

bonus mamme casalinghe
Fonte: web

Anche quest’anno verrà erogato il bonus per le mamme disoccupate. Il contributo sarà disponibile per tutte le mamme che al momento si trovano in una difficile condizione economica. Ecco come fare per ottenerlo.

Ora più che mai, i contributi a sostegno delle famiglie sono essenziali per poter permettere a tutti di fronteggiare le enormi sfide economiche che ci troveremo tutti di fronte nei prossimi mesi. Uno dei bonus più richiesti è senza dubbio il bonus mamme per le mamme disoccupate, che sarà erogato anche quest’anno.

Il contributo sarà però erogato solo in determinate circostanze e a famiglie che versano in condizioni economiche particolarmente disagiate. Occorre quindi fare il punto sui requisiti richiesti e su come fare per ottenere il bonus. Ecco tutti i dettagli più importanti da non trascurare nel momento in cui si fa richiesta per ottenere il contributo.

Bonus mamme disoccupate: come fare per averlo

Anche quest’anno molte mamme potranno beneficiare del bonus riservato alle mamme disoccupate, mai come adesso importantissimo per le famiglie più in difficoltà. Ma quali sono i requisiti per poterlo richiedere?

bonus statali 2022
Fonte: web

Innanzitutto specifichiamo che il contributo è reso disponibile alle mamme disoccupate, casalinghe o anche lavoratrici con reddito basso che non ricevano nessuna altra forma di sostegno economico da parte dello Stato. Il bonus può essere richiesto anche da quelle persone che hanno avuto un bambino in affidamento o in adozione nel corso del 2021.

Per quanto riguarda le soglie di reddito, la donna non deve superare un reddito annuo di 17.747,58 euro. Inoltre non potranno fare richiesta di questo contributo le donne che già percepiscono il reddito di disoccupazione (Naspi). Per inoltrare la richiesta una volta valutata la propria idoneità a ricevere il supporto economico, occorre inviare la relativa domanda, presentando una richiesta al Comune di residenza entro sei mesi dal parto (o dall’adozione).

Indispensabile è anche allegare il proprio certificato Isee, il documento di identità, il codice fiscale, l’autocertificazione per confermare di possedere tutti i requisiti necessari per la ricezione del bonus e naturalmente l‘Iban sul quale si riceverà il denaro. Sarà l’Inps a erogare il bonus, che ammonterà a massimo 354,73 euro per cinque mesi, (1.773,65 euro).