Se trovi in casa queste 10 lire con la spiga hai tra le mani una fortuna!

monete di valore
Fonte: web

Incredibile quanto alcune vecchie monete possano acquisire un valore inestimabile con il passare del tempo, Se in casa trovi queste 10 lire con la spiga non disfartene assolutamente, perché potrebbero farti guadagnare una fortuna! Ecco quanto valgono esattamente.

Queste semplici 10 lire con sopra il simbolo della spiga possono valere moltissimo e se le trovate in casa siete davvero molto fortunati. Tra le mani, infatti, avreste la seconda (e ultimissima) emissione metallica di questa moneta coniata in Italia dal 1951 al 2000. Soprannominate le “10 lire Spiga”, per la presenza di due spighe stampigliate su uno dei due lati, queste 10 lire sono state realizzate in Italma, una lega metallica basata sull’alluminio. Il rovescio della moneta è contraddistinto dalla presenza di un aratro, sormontato dalla scritta REPVBBLICA ITALIANA. In fondo è invece stampato l’anno di coniatura.

Le 10 lire spiga sono state messe sul mercato ininterrottamente fino al 2000, ma già dagli anni 90 hanno cominciato a vedersi sempre meno. Sembra che la Zecca ne abbia coniate circa 2 miliardi. Il valore di questa vecchia monete può variare a seconda dell’anno di coniatura. Quelle coniate negli anni Cinquanta sono considerate le più preziose. Se non lo hai già fatto, ora è il proprio il momento di rovistare tra le vecchie cianfrusaglie per cercare questo importante cimelio!

Se trovi queste ’10 lire spiga’ a casa è davvero il tuo giorno fortunato

Ma quindi a quali monete da 10 lire occorre prestare maggiormente attenzione? Le monete più interessanti sono quelle risalenti al 1954, che se tenute bene possono arrivare a valere anche 100 euro ciascuna.

10 lire spiga solonotizie
Fonte: web

Di valore ancor maggiore sono quelle risalenti a due anni prima, coniate cioè nel 1952. A causa di un errore di conio, queste monetine potrebbero arrivare a valere quasi 5000 euro ciascuna! Un altro errore di conio risalente delle 10 lire Spiga risale al 1991: una certa percentuale delle monete coniate in quest’anno hanno il retro stampato al contrario. Proprio per questo “errore di fabbrica” possono arrivare a valere dai 20 fino ai 150 euro. Chiaramente, per avere questo valore, le monete devono risultare in perfette condizioni. Devono perciò aver conservato, nel corso del tempo, il loro colore originale (senza essere arrugginite) e  non aver subito danni.