Johnny Depp e Amber la lotta continua | L’attrice rompe il silenzio: “Verdetto ingiusto”

Non è ancora terminata la faida tra Johnny Depp e Amber Heard: l’attrice ha infatti rotto il silenzio su come si è conclusa tutta la vicenda.

I due hanno avuto – com’è ormai ben noto – una relazione, ma non è andato tutto a gonfie vele: dopo la loro separazione, sono infatti state fatte alcune accuse da parte di lei. Ha così avuto luogo un lunghissimo processo che ha visto uscire – dopo molti anni – Johnny Depp vincitore. Amber si è arresa? Sembrerebbe di no. La donna ha infatti dichiarato qualcosa in più.

La Heard ha parlato di un verdetto ingiusto che, secondo lei, sarebbe stato ‘architettato‘ dallo stesso Depp.

Cosa sta succedendo

Amber Heard ha perso la causa di diffamazione contro Johnny Depp: la sua carriera sembra che stia per finire. Ma non è tutto: l’attrice è adesso obbligata a versare – al suo ex marito – una cifra pari a 8 milioni di dollari. Come si può immaginare, non è affatto contenta di questa decisione e ha così rilasciato un’intervista tv per dichiarare la sua opinione.

Il verdetto è stato ingiusto“, ha infatti detto lei nel corso della sua ospitata per il Today Show, “La giuria si è fatta influenzare dall’immagine che i social davano di me e di questo processo. Non si sono basati su reali avvenimenti, ma sulle cattiverie sul mio conto“. Ha inoltre accusato – non solo i media e la giuria – anche Johnny Depp. Ha per questo tirato in ballo i suoi testimoni, che sono stati molto utili per permettergli che vincesse il processo.

Secondo la Heard, Johnny avrebbe anche pagato persone della corte, impiegati o giurati per vincere. L’attrice continua così ad affermare che sia stata una sconfitta per tutte le donne ma, nonostante le sue parole, sono proprio le donne a contrastare la sua opinione. Le utenti del web hanno infatti scritto numerosissimi commenti: “Per colpa di persone come lei molte di noi non vengono credute quando denunciamo una violenza“, hanno infatti detto alcune di loro.

Questa intervista sta già facendo il giro del mondo, e potrebbe ancora di più danneggiare la sua carriera e il suo percorso professionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.