Caterina Balivo, il figlio compie 10 anni: ecco l’abito scelto per la festa, divina

La conduttrice partenopea, Caterina Balivo ha festeggiato di recente il compleanno di suo figlio. Un’occasione speciale che ha voluto omaggiare sfoggiando un look davvero raffinato ed elegante.

Di fatto la conduttrice possiede uno charme che l’ha resa un’icona di bon ton e che non esita a mostrare.

Caterina Balivo, suo figlio ha compiuto 10 anni, ecco cosa ha indossato per l’occasione

Caterina Balivo ha festeggiato i 10 anni del suo bambino, il piccolo Guido Alberto, nato nel 2012 dall’amore con il suo compagno e marito, Guido Maria Brera. Per l’occasione la splendida e solare conduttrice napoletana ha sfoggiato un outfit elegante e sobrio, perfettamente in linea con la sua personalità.

L’abito lungo, rosa cipria enfatizza la sua carnagione dorata, lo scatto pubblicato sul suo profilo Instagram ha fatto il giro del web. Caterina è semplicemente incantevole, sul suo viso traspare tutta la gioia e l’amore per il suo piccolo Guido Alberto.

Caterina Balivo, il triste racconto della conduttrice: “ci sono dei momenti che tutto torna a galla”

Oggi la conduttrice è appagata e felice, ma nel suo passato ha dovuto affrontare anche momenti di estremo dolore, come quello della perdita di suo figlio. Caterina ha spiegato che ha cercato di ignorare il dolore, cercando di allontanarlo, ma le emozioni sono affiorate improvvisamente, fino a travolgerla.

Un racconto toccante che ha deciso di fare nello studio di Verissimo, il programma condotto da Silvia Toffanin. “Ho fatto un errore gravissimo che non farò mai più. Pensa, durante la pandemia mi è tornato”- ha esordito.

Poi ha spiegato: “Se tu vivi un dolore, non lo devi nascondere. Lo devi vivere. Io l’ho nascosto, soprattutto a me stessa. Io ricordo che quando ho scoperto di averlo perso ero al Niguarda di Milano per fare una visita di controllo e dopo avevo la registrazione del programma.

Io ho guardato il mio ginecologo che mi ha detto: ‘Caterina non ti preoccupare, hai un figlio meraviglioso, succederà’. Mi sono messa in macchina, sono andata a Mecenate piangendo, sono arrivata, ho timbrato il cartellino ed ero perfetta”.

Poi ha chiarito: “No, non va bene. Ero perfetta anche il giorno dopo e quello dopo ancora, finché poi ci sono dei momenti che tutto torna a galla. Quello è un errore che non farò mai più. Se ho un problema lo voglio vivere, voglio piangere, voglio affrontarlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.