CartaBianca, Mauro Corona gela Bianca Berlinguer: “Potrei essere…”

Il Covid c’è ancora, purtroppo. Ma pare che la soglia di attenzione e di allerta generale si sia drasticamente abbassata, un calo di guardia che potrebbe costarci caro. Così, Mauro Corona ha deciso di parlare apertamente.

Lo scrittore ha come di consuetudine spiazzato tutti, compresa la conduttrice. Ecco cosa è accaduto e cosa ha dichiarato.

CartaBianca, Mauro Corona spiazza Bianca Berlinguer

Il conflitto ancora in corso tra Ucraina e Russia è uno dei temi più trattati. Ma, Mauro Corona ha riportato l’attenzione su di una altra questione importantissima, quella del Covid che sembra essere passata in secondo piano.

“Quando vado vicino ad altre persone terrò sempre la mascherina – dice l’opinionista-. Potrei essere io il primo a essere malato. Sarebbe il colmo, Corona che ha il Coronavirus!”.

Con la sua proverbiale ironia, lo scrittore ha ricordati i tragici momenti che abbiamo vissuto nel 2020, volgendo il suo pensiero ai medici che hanno combattuto in prima persona la battaglia contro il Covid:

“I medici hanno lavorato per pochi soldi durante la pandemia e sono distrutti, li capisco. Dovrebbero essere remunerati e incentivati, magari anche con paghe migliori”. 

Spazio ad Iva Zanicchi: “Quello ucraino è un popolo meraviglioso”

La trasmissione è poi proseguita con una splendida Iva Zanicchi e lo scrittore l’ha fatta commuovere.  “Vediamo se Iva riconosce questa canzone”. Lei ha annuito e poi gli ha detto emozionata:

“Grazie, grazie! Ha suonato molto bene il mio più grande successo, più di ZingaraLa riva bianca la riva nera o Testarda io. E’ Fiume amaro di Teodorani”. Poi, spazio al presente: “Ho fatto una lunga tournée in Unione Sovietica ai tempi di Breznev. Ho cantato a Kiev e Odessa. Quello ucraino è un popolo meraviglioso”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.