Maurizio Costanzo show, Sgarbi e Mughini litigano: caduta rovinosa

Nella scorsa puntata del Maurizio Costanzo show, il critico d’arte Vittorio Sgarbi e Mughini hanno litigato in modo furibondo. Che i due avessero delle posizioni divergenti circa il conflitto tra la Russia e l’Ucraina era un fatto noto, ma questa volta sono andati ben oltre ad uno scambio pacifico di opinioni.

Il dibattito è divenuto via via più accesso, tanto che sono venuti quasi alle mani. Vittorio Sgarbi è finito a terra. Una scena forte, a cui i telespettatori hanno assistito con stupore. Ecco cosa è accaduto e perchè sono giunto sino ad un passo dal malmenarsi.

Maurizio Costanzo show, Sgarbi e Mughini fuori controllo, ecco cosa è accaduto

Nella passata puntata del Maurizio Costanzo show, i due hanno pesantemente discusso. Il fulcro dello scontro sono state le diverse e contrapposte posizioni circa il conflitto in corso tra Ucraina e Russia. In pochi minuti, la discussione si è tramutata in un vero e proprio scontro tanto che, Sgarbi e Mughini sono quasi arrivati alle mani.

Che tra loro non ci fosse “feeling” era cosa nota, già nel 2019 infatti sono venuti alle mani, nel corso di una puntata del programma “Stasera Italia”. Ora, il portale Dagospia ha postato delle foro di quanto è accaduto nel corso della registrazione. Prontamente, Mughini ha risposto, svelando cosa è accaduto.

Mughini e Sgarbi raccontano le loro verità

Mughini ha replicato alle foto pubblicate, raccontando la sua versione dei fatti: “Caro Dago, le foto che hai pubblicato su quanto avvenuto tra me e Vittorio al Teatro Parioli non danno conto di quanto è realmente è avvenuto. Tra noi due s’è solo trattato di diverse sfumature di pensiero e di parola, e semmai di tono della voce, quanto a qualcosa che mi pare attenesse alla guerra in Ucraina e ai suoi infiniti e drammatici annessi e connessi. Nient’altro che questo”.

Vittorio Sgarbi ha rilasciato un’intervista al Corriere raccontando invece tutt’altro.  “Sono esterrefatto- ha esordito- è la seconda volta che lui vuole passare alle mani. Io sono un noto polemista verbale, ma mi fermo a quello, fosse anche per un senso estetico”. Poi, Vittorio ha confermato di essere caduto: “Mughini si è alzato per venire a picchiarmi e io mi sono rovesciato sulla sedia”.

Poi si sono riappacificati, anche su richiesta del conduttore:  “Sì, abbiamo fatto una sceneggiata. Costanzo ci ha detto che se non riuscivamo a far pace noi come si poteva sperare nella pace tra Russia e Ucraina, quindi abbiamo accettato ma a malincuore. E Mughini invece di darmi la mano ha allungato un pugno chiuso”.