Natalia Titova lacrime in diretta: la ballerina non ce l’ha fatta

La ballerina si è lasciata andare ad un pianto di disperazione, un grido di aiuto e di speranza il suo che non è passato inosservato. I telespettatori hanno colto il velo di sconforto ed angoscia nei suoi occhi e, le hanno augurato che possa ritrovare la serenità a breve.

Il conflitto tra la Russia e l’Ucraina riguarda tutti. Ma, come per ogni guerra c’è chi ne teme le conseguenze più degli altri. Sono i figli residenti in altri Paesi del mondo che hanno lasciato i genitori in Russia o in Ucraina. Come nel caso di Natalia Titova.

Natalia Titova, la ballerina è afflitta per quanto sta accadendo

Natalia Titova è una ballerina di fama internazionale, amatissima in Italia. La sua partecipazione a Ballando con le Stelle e ad Amici l’ha fatta entrare nel cuore del pubblico nostrano, che di lei adora la bravura e l’animo gentile.

La ballerina è cresciuta a Mosca, in Russia ed è molto legata al suo Paese d’origine, alla sua terra, alle tradizioni. Anche per questo la guerra in corso le sta procurando un enorme dispiacere.

Proprio per celebrare ed inneggiare alla pace, Natalia ha danzato sulle note di Imagine a Oggi è un altro giorno, il programma condotto da Serena Bortone. Il suo gesto ha emozionato il pubblico, perchè Natalia si è mostrata palesemente provata.

La dichiarazione di Natalia Titova lascia il pubblico senza fiato

La ballerina è nata e cresciuta a Mosca e le immagine del conflitto la toccano da vicino. Per questo Natlia si è lasciata andare ad un pianto commosso. La Titova ha raccontato di aver saputo da poco che suo zio ha avuto un infarto:

“Con mia mamma io non dico i miei problemi e lei non dice i suoi. Ho scoperto qualche giorno fa da mio zio che mio papà ha avuto un infarto. In questa situazione giustamente qualsiasi cosa succeda ci sono tanti pensieri per le famiglie, per i bambini…”.

Poi, Natalia ha raccontato di come sta vivendo sapendo che la Russia e l’Ucraina stanno combattendo. “Vivo male, vivo come fossi lì con queste persone che veramente soffrono tanto”.