Vi ricordate di Spillo? Che fine ha fatto e come sta l’attore Adriano Pantaleo

Divenuto famoso come Spillo in ‘Amico Mio’, l’attore Adriano Pantaleo si è perso un po’ di vista: cosa fa e come sta oggi?

Possiamo considerare Adriano Pantaleo come uno degli enfant prodige del cinema nostrano. L’attore ha cominciato a recitare quando era solamente un bambino, divenendo per un periodo una celebrità grazia al successo della serie tv ‘Amico Mio‘ con protagonista Massimo D’apporto. Il suo esordio da attore, però, è avvenuto addirittura due anni prima, quando a 10 anni è stato protagonista di ‘Ci hai rotto papà’. L’anno successivo è stato inserito anche nel cast di ‘Io speriamo che me la cavo’, film con Paolo Villaggio di Lina Wertmüller.

Il successo, come detto, è giunto però nel 1993, quando ha cominciato ad interpretare il ruolo di Spillo. Si tratta di un bimbo problematico, che vive il dramma dell’abbandono poiché non ha mai conosciuto i genitori. Di lui s’interessa Paolo con la collega Angela, di cui è innamorato. L’addio di Angela a Paolo, per seguire il compagno Filippo, porta il medico a cambiare città e Spillo, senza l’aiuto dei due, viene rimandato in orfanotrofio. Sarà la sua fuga dall’istituto a spingere i due protagonisti a tornare insieme per ritrovarlo.

Il piccolo, feritosi in un incidente, verrà portato da Paolo e Angela in ospedale. A quel punto Paolo saluta tutti per tornare a Genova, ma Angela lo ferma prima che sia troppo tardi e gli confessa il suo amore. Colmo di gioia, Paolo decide di rimanere per formare una coppia con l’amata ed insieme decideranno di adottare Spillo.

Leggi anche ->Sophie Codegoni ha mentito a Uomini e Donne | La verità che scuote il web

Adriano Pantaleo, vi ricordate di Spillo? Ecco che fine ha fatto l’attore

Quando la serie tv che ha reso famoso Pantaleo si è conclusa (nel 1998), l’attore aveva da poco compiuto da poco 15 anni. Per lui dunque si apriva la strada verso una carriera lunga e difficoltosa. Non di rado, infatti, proprio i bambini che ottengono successo al cinema e in tv tendono ad avere maggiori difficoltà a confermarsi sui livelli che li hanno resi celebri. L’anno dopo viene inserito nel cast di ‘Vacanze di Natale 2000′ a cui seguiranno alcuni film: ‘Ruza Funzeca’, ‘Maria sì’ e ‘Billò’.

I primi dei 2000 sono anni impegnativi per Adriano, che recita anche in due serie di successo: ‘Casa Famiglia‘ e ‘Il Bello delle Donne’. Gli anni successivi vedono la sua carriera strutturarsi principalmente in tv, con le serie ‘Distretto di Polizia’ e ‘Tutti pazzi per amore’. Sembrava l’inizio di una carriera densa di lavori, ma negli anni ’10 del 2000 in realtà ha subito un rallentamento, almeno in tv e al Cinema. In questi anni Adriano si è concentrato principalmente sul teatro, portando in scena ‘Gomorra’ e ‘Santos’ tratti dai libri di Roberto Saviano, ‘Educazione Siberiana’ di Lilin e ’12 baci sulla bocca’ di Gelardi. Nel 2017 ha recitato in ‘Il Sindaco di Rione Sanità’ di Edoardo De Filippo.

Il successo a teatro ha rilanciato la sua carriera anche sul grande e piccolo schermo. Nel 2019 ha recitato nella trasposizione cinematografica de ‘Il sindaco di Rione Sanità’ e nel 2020 in ‘Natale in Casa Cupiello’. A 37 anni e con un’esperienza che molti suoi coetanei si sognano, Adriano Pantaleo è in rampa di lancio e ha tutte le carte in regola per diventare uno dei principali attori italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.