Il bagno dopo mangiato si può fare o è una bufala?: tutta la verità

È credenza comune che fare il bagno dopo mangiato è rischioso, e che bisogni aspettare almeno  due ore, ma è la verità o una credenza senza fondamenta? Scopriamolo

fare il bagno dopo mangiato
Fare il bagno dopo mangiato si pò o no: tutta la verità

Una credenza rispettata per anni, quella di vietare i bambini, e non solo, di tuffarsi al mare appena dopo mangiato. Le preoccupazioni erano tali da far scattare sempre i divieti, dovendo così aspettare sotto il sole o l’ombrellone almeno 2 ore.

La preoccupazione principale era quella di aspettare la digestione, per la quale ci vogliono almeno due ore, a meno che non si è mangiato tantissimo. Tuttavia non tutti i paesi la pensano così.

C’è chi, come gli anglosassoni, aspetta solo mezz’ora, i cubani, invece, almeno 3 ore, altri invece addirittura zero. Ma quindi l’attesa di due ore, è una bufala italiana?

Ci siamo affidati alle parole di un esperto, per capire se il bagno dopo mangiato si può fare o no: scopriamo insieme qual è la verità.

Leggi anche-> Pelle perfetta in spiaggia: basta questo trucco sotto la doccia

Il bagno dopo mangiato si può fare: la verità

Secondo il pediatra Alberto Ferrando, fare il bagno dopo i pasti è possibile, ma spieghiamo il perché. La probabilità di sentirsi male appena dopo mangiato, non è causata necessariamente dalla digestione ma da altri fattori.

Per molte persone, la causa di un malessere potrebbe essere la congestione, ovvero il blocco intestinale dovuto al cambiamento della temperatura tra fuori e dentro l’acqua.

Inoltre, a contribuire ad un eventuale malessere, non è il tempo trascorso dopo il pasto, ma il tipo di pasto, oppure quanto fredda sia l’acqua rispetto alla temperatura esterna, o anche alla velocità di immersione.

Tuffarsi dopo mangiato: i consigli per evitare malessere

Il consiglio principale è quello di non mangiare eccessivamente o scegliere pasti troppo ricchi di grassi e proteine. Questi infatti hanno bisogno di un tempo più lungo di digestione. Sarebbe meglio, quindi, favorire i carboidrati, come un piatto di pasta o di riso.

Importante è anche evitare bevande alcoliche. Da evitare sono inoltre i tuffi quando si è accaldati, ma entrare in acqua pian piano, bagnandosi con cautela. In questo caso il rischio non è di congestione, ma quello di sincope, ovvero alterazione sanguigne o respiratorie.

fare il bagno dopo mangiato
Fare il bagno dopo mangiato si pò o no: tutta la verità

I tuffi rapidi è meglio non farli, perché questi possono causare shock termici, e quindi possibilità di svenire in acqua, e quindi affogare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.