Italia campione d’Europa: a Roma prima le istituzioni e poi il bagno di folla

L’Italia campione d’Europa è tornata a casa con la coppa: il rientro all’alba e poi il ringraziamento delle istituzioni prima del bagno di folla

Italia campione d'Europa
Giro in autobus scoperto per le strade di Roma per la Nazionale Campione d’Europa

It’s coming R-Home, ed è davvero arrivata la coppa tra le mani dei ragazzi azzurri. L’Italia campione d’Europa è atterrata all’aeroporto di Roma all’alba e poi si è recata all’Hotel Parco dei Principi di Roma.

Prima il ringraziamento da parte delle istituzioni e poi i ragazzi hanno dato omaggio alla folla festante.

Leggi anche -> Italia campione d’Europa, una vittoria attesa 53 anni dall’ultimo successo

Italia campione d’Europa: il caso del bus scoperto per il meritato abbraccio del popolo

All’indomani del trionfo di Wembley, la nazionale azzurra è stata accolta al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale ha ringraziato la spedizione di Mancini con un discorso del tutto informale e genuino.

Il Presidente, ha mostrato competenza in materia di calcio e a nome di tutto il paese si è complimentato con i ragazzi azzurri, definendo il loro successo assolutamente meritato, dedicando anche lo stesso, come farà anche Chiellini, alla memoria di Davide Astori.

Alla fine della cerimonia poi, i campioni d’Europa si sono recati in autobus a Palazzo Chigi dove li attendeva il Presidente del Consiglio Mario Draghi.

Ed è qui che si assiste ad un simpatico siparietto.

Bonucci si fa portavoce della squadra

Alla fine di entrambe le cerimonie era previsto un giro su autobus da parte della squadra, sfilando per le strade della capitale, in cui sono accorse migliaia di persone festanti.

In un primo momento, e per ovvie ragioni di sicurezza e antiassembramento, il “tour” era stato annullato.

Italia campione d'Europa
Giro in autobus scoperto per le strade di Roma per la Nazionale Campione d’Europa

Poi si è assistito ad una conversazione di Leonardo Bonucci con gli addetti alla sicurezza il quale ha manifestato tutte le intenzioni sue e della squadra di omaggiare i tifosi accorsi festanti (che rallenteranno l’autobus verso Palazzo Chigi), e di dedicargli il trofeo.

Gente che ormai era accorsa numerosa anche senza la previsione della sfilata azzurra.

Quindi, dopo un altrettanto sobrio discorso di Mario Draghi, si parte alla volta dell’autobus scoperto ed è li che scoppia la festa. Da via Nazionale, a Via del Tritone e ancora per altre strade di Roma, l’abbraccio dei tifosi è stato enorme.

I campioni hanno ricevuto il loro giusto tributo, con la coppa in bella mostra svettante nel cielo italiano.