Maurizio Costanzo duro intervento su Diletta Leotta: le parole del giornalista

Il giornalista e conduttore Maurizio Costanzo ha commentato il duro sfogo social di qualche giorno fa di Diletta Leotta. Ecco il suo duro intervento.

Le parole di Maurizio Costanzo su Diletta Leotta

Lei è una delle giornaliste sportive e influencer più note ed amate dal grande pubblico. Stiamo parlando di Diletta Leotta, regina dei social e del canale DAZN. Nei giorni scorsi, Leotta, si è sfogata sui social, accusando di essere stata trattata alla stregua di una mangiatrice di uomini. Il tutto è nato dei rumors circa un presunto flirt tra la giornalista e Ryan Friedkin vicepresidente dell’AS Roma e direttore e consigliere di amministrazione di The Friedkin Group. Un post, pubblicato suo suo account Instagram ufficiale, che ha scatenato un vero e proprio putiferio. E sulla discussione, o quantomeno sulla notorietà e il successo, ha voluto esprimersi uno dei decani della televisione italiana.

Attraverso le colonne del settimanale Chi, diretto da Alfonso Signorini, Maurizio Costanzo si è rivolto direttamente alla giornalista. L’ideatore e conduttore de Il Maurizio Costanzo Show, ha scritto: “Se Diletta vuole smettere di fare la Leotta deve staccare dai social, fare in modo di non avvisare i fotografi. Cambiare casa, andare a vivere in uno condominio molto grande e fuori mano. E magari non fare nemmeno più tv. Ci sono tanti modi per non far parlare di sé, ma il migliore è sempre il primo: e cioè non farsi trovare”. 

Leggi anche —–> Simone Di Pasquale “sono affetto da una patologia” | Il protagonista di Ballando con le stelle e la sua dipendenza

Leggi anche —–> Paola Di Benedetto in un letto di ospedale | Il racconto shock dell’ex del GF Vip

Il post di Diletta Leotta

Diletta Leotta sta continuando la sua storia d’amore con l’attore turco dell’amata soap DayDreamer – Le ali del sogno, Can Yaman. Nel duro sfogo sui social, Leotta ha scritto: Ho sempre taciuto, finora. E, forse, ho sbagliato. Mi illudevo, infatti, che prima o poi la buona informazione avrebbe avuto la meglio sul giornalismo-spazzatura. […] I fotografi sotto casa e in scooter dietro ogni mio spostamento. I droni fuori le finestre. Ma ora mi sono un po’ stancata”.

E ancora: “[…] Chiunque può pensare che io sia una mangiauomini, una donna incapace di amare. Ed è inaccettabile. Spiegatemi perché, poi, una donna non può avere amici, ma sempre e solo amanti. […] Sono andata anche oltre i tempi supplementari. E me ne scuso. Ma, come dicono a Roma, Quanno ce vo’ ce vo”.