Rughe a 30 anni: come prevenirle e i trucchi da mettere in atto

A 30 anni, ma anche un po’ prima, si formano le prime rughe: ecco come trattarle, ma soprattutto come prevenirle

rughe a 30 anni
Rughe a 30 anni: come prevenirle

Spenta la 30esima candelina raggiungiamo un nuovo traguardo, acquistiamo una maggiore consapevolezza e, diciamocelo, diventiamo più donne.

Una maggiore maturità, modi di vedere le cose e un futuro che acquista una maggiore concretezza e, diventa non più così lontano.

Ma i 30 anni, non portano solo nuove esperienze e consapevolezze, ma anche i primi segni del temo sul viso. Cominciamo, infatti a notare le prime rughe e la perdita di elasticità e lucentezza nel viso.

Dobbiamo dare più attenzione alla nostra skin care quotidiana, ma soprattutto modificarla, perché soltanto la crema idratante non basta più, bisogna mettere in pratica nuove abitudini e prenderci maggiormente cura di noi stesse.

Leggi anche-> Patch antirughe: cosa sono, come funzionano e quali sono i migliori cerotti

Rughe a 30 anni: da dove iniziare

Non deve essere il volto segnato a mostrarci che abbiamo raggiunto 30 anni, bensì le l’essere donne al 100% e avere una maturità mentale segnata dalle esperienze vissute.

Tuttavia i 30 anni arrivano per tutti, e quindi, da dove iniziare? Da piccole modifiche alla beauty routine, partendo da una maggiore idratazione, da un attenzione più intensa alla scelta della crema , difesa dai raggi solari e dormire di più. Ma procediamo con calma.

Rughe a trent’anni: bisogna partire dall’idratazione

Idratarsi costantemente, è la prima regola da mettere in atto per avere una pelle luminosa e levigata. La pelle del viso e del corpo è composta da un’altissima percentuale di acqua, ed è per questo che la pelle deve rimanere sempre idratata.

Si raccomanda di bere almeno un litro e mezzo o due di acqua al giorno, da aumentare nei mesi di bella stagione o quando si pratica sport. I nemici numero uno della mancata elasticità della pelle sono l’alcol, il fumo e il sale, quindi ATTENZIONE!

La crema giusta per combattere le rughe a 30 anni

A 30 anni, non vige più la regola “basta che sia idratante”, ma entrano in atto più fattori. La pelle leggermente segnata ha bisogno di più nutrimento, e quindi bisogna applicare al viso e al décolleté due tipi di crema differente: una per il giorno e una per la notte.

Cosa cambia? Il tipo di nutrimento. Di giorno, la pelle richiede un‘idratazione più leggera ma soprattutto ricca di film protettivi dai raggi solari (principali fattori di invecchiamento)

Di notte, invece, deve essere più corposa perché nelle ore notturne, mentre dormiamo si sviluppa maggiormente il collagene.

Struccarsi: primo step contro le rughe

Anche se rientra a casa alle 4 del mattino, anche se dal divano volete passare al letto senza passare dal bagno: DOVETE ASSOLUTAMENTE STRUCCARVI. Non è un opzione, è un obbligo, se volete avere la pelle sana, libera dalle imperfezioni e dai segni del tempo.

La pulizia del viso necessita di maggiori attenzioni, a partire dal detergente struccante o acqua micellare (per pelli più grasse) e seguire poi con detergente lava viso, il tonico (fondamentale per eliminare residui di trucco o calcare) il siero per nutrire, e poi crema viso.

Non dimentichiamoci poi del contorno occhi, è quello ad essere esposto maggiormente alle prime rughe.

Skin care più ricca

Una volta a settimana, invece, è consigliata una skin care più ricca. Si inzia da uno scrub sia in viso che sulle labbra, per eliminare cellule morte e pellicine in eccesso, per poi procedere con una maschera rivitalizzante.

Rughe a 30 anni
Rughe a 30 anni: come prevenirle

Se sarete costanti in queste piccole attenzioni e abitudini, vedrete la vostra pelle più levigata e luminosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.