Riccardo Fogli si difende: “Non sapevo niente del tributo a Stefano D’Orazio”

Stefano D’Orazio è venuto a mancare tempo fa perché vittima della pandemia. Il mondo della musica piange ancora oggi, eppure il tributo previsto al Festival di Sanremo non è stato realizzato. Riccardo Fogli ha fatto delle dichiarazioni a riguardo dopo aver letto delle accuse abbastanza gravi nei suoi confronti. 

Riccardo Foglio e Stefano D'Orazio - Solonotizie24
Riccardo Foglio e Stefano D’Orazio – Solonotizie24

Riccardo Fogli si difende dalle accuse

Live non è la D’Urso è il programma condotto da Barbara D’Urso che permette a molti volti noti dello spettacolo di prendere la parola tra inviti e interviste. Di recente si è recato nello studio di Riccardo Fogli che ha colto l’occasione per parlare dell’amico scomparso a 72 anni per colpa della Covid. Dato che si è esibito sul palco dell’Ariston, è stato criticato per non aver ricordato colui che ha sempre definito una persona importante. In realtà c’è una valida giustificazione al suo gesto mancato.

‘Sono stato aggredito, non sapevo niente’

In poche parole Riccardo Fogli ha spiegato che non sapeva del tributo previsto per ricordare l’amico Stefano D’Orazio. Ecco le sue parole: “Dovevamo cantare due canzoni a testa quella sera e un paio di ore prima ci hanno detto che ne avremmo eseguita solo una. Eravamo lì per partecipare, abbiamo accettato…non avevo visto la scaletta e non sapevo che fosse previsto il ricordo di Stefano. L’ho scoperto solo molto dopo che in quel momento ci sarebbe dovuto essere l’omaggio a Stefano con il brano Uomini soli…Sono stato aggredito, ma in verità io non ne sapevo niente. Amadeus e Fiorello poi comunque si sono scusati”. 

Riccardo Fogli dalla D'Urso - Solonotizie24
Riccardo Fogli dalla D’Urso – Solonotizie24

Leggi anche -> Riccardo Fogli, avete mai visto la moglie? Chi è la modella di 30 anni più giovane

Dedica d’amore al figlio

Riccardo Fogli è noto anche per aver scritto un brano musicale intitolato La tenerezza 93. L’aveva scritto 8 anni fa con Nicola Greco, ma è rimasto nel cassetto per tanto tempo e in quel periodo suo figlio Alessandro aveva 18 anni. In poche parole spiega al figlio che non devi arrendersi, in quanto deve sempre combattere per ciò in cui crede.

Leggi anche -> Stefano D’Orazio cause della morte | La verità sull’addio al batterista Pooh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.