Lavarsi i capelli senza shampoo: i rimedi casalinghi del No-poo

E ‘possibile lavare i capelli senza l’uso dello shampoo? Sì, ed il risultato è incredibile. Vi sveliamo tutti i segreti del metodo No-poo, ovvero come lavare i capelli senza shampoo.

Come lavare i capelli senza shampoo-SoloNotizie24.it
Foto Adobe Stock

Lavarsi i capelli con lo shampoo sembra un’ovvietà, in realtà non lo è. Negli ultimi anni sta dilagando una moda sempre più frequente tra le persone e che prevede il non utilizzo dello shampoo per lavare la propria chioma. Vi chiederete com’è possibile? Nella mente si formeranno immagini di testi pruriginose, capelli unti e maleodoranti ma, in realtà, lo shampoo sembra non essere l’unico per lavarsi i capelli, anzi, tra tutti sembra proprio quello più dannoso. Se vuoi scoprire invece vieni a coprire i capelli bianchi in modo naturale, clicca qui. Si chiama no-poo, dove -poo sta per shampoo, e sembra essere proprio una valida alternativa ai normali detergenti per capelli che conosciamo. Ma perché questa avversione per lo shampoo? Gli esperti e la ricerca hanno confermato come questo prodotto rimuova la polvere, il sudore, le cellule morte della pelle e lo sporco in generale dal nostro cuoio capelluto, ma lo priva anche del sebo, sostanza fondamentale che nutre, protegge e idrata tutta la nostra pelle. Le ghiandole sebacee che lo secernono sono distribuite per tutto il corpo. Lo scopo principale del sebo per i capelli è mantenerli protetti e naturalmente idratati; è idrofobo (cioè respinge l’acqua) motivo per cui sono necessari detergenti per rimuoverlo. Con il metodo no-poo riuscirai ad avere solo il meglio dal tuo prossimo lavaggio dei capelli, rinunciando allo shampoo ma non alla pulizia, e soprattutto ti ritroverai ad avere capelli sempre più sani, forti, fluenti e idratati. I veri seguaci del no-poo non usano nessun tipo di prodotto, se non l’acqua, per lavarsi i capelli, anche se il metodo classico prevede l’utilizzo di una miscela di bicarbonato di sodio, acqua e qualche goccia di olio essenziale di rosmarino o di Argan. Al trattamento segue un risciacquo con acqua e aceto di mele o erbe polverizzate o argilla.

Chi può utilizzare il metodo no-poo

Chiunque può provare questo metodo estremamente benefico, ma la reazione dei tuoi capelli all’abbandono dello shampoo potrebbe variare in base alla loro porosità, ovvero la capacità che hanno di assorbire e trattenere l’umidità. Più sono porosi, più si seccano facilmente.

I capelli non porteranno l’odore dei prodotti che hai utilizzato, come per esempio l’aceto di mele; quello che potresti notare e l’assenza di profumo. Ma dopo anni di prodotti profumati, molti di noi cadono nell’errore di pensare che pulito sia uguale a profumato, è abbastanza evidente e scontato che non è così.

Perché dovresti smettere di lavarti i capelli con lo shampoo

Come lavare i capelli con il metodo no-poo-SoloNotizie24.it
Foto Adobe Stock

Innanzi tutto dovresti smettere se hai problemi di forfora. I pezzettini di pelle squamosi e bianchi che chiamiamo forfora, altro non sono che il risultato di una lieve dermatite seborroica. La forfora ha molte cause, incluso un tipo di fungo, e spesso viene trattata con shampoo speciali che però potrebbero ancora rimuovere gli oli naturali prodotti dal cuoio capelluto e seccarlo. Spogliare costantemente degli oli naturali i tuoi capelli con lo shampoo li rende secchi. Con il metodo no-poo, più di quegli oli naturali nei tuoi capelli, il che può renderli più morbidi nel tempo. Devi solo essere paziente, perché ci vorrà un po ‘di tempo prima che tu possa muovere e mostrare la tua chioma come se presentassi un nuovo marchio di shampoo. Ma ora andiamo a conoscere tutti i modi in cui puoi lavare i capelli in modo alternativo senza usare lo shampoo.

Metodo no-poo: gli ingredienti e il tipo di capello sul quale utilizzarli

Lavare i capelli senza shampoo-Metodo NO-poo-SoloNotizie24.it
Foto Adobe Stock

Capelli ricci e con la forfora

Bicarbonato di sodio + aceto di mele: I l bicarbonato di sodio presumibilmente pulisce e l’aceto di sidro di mele svolge un’azione ammorbidente .

  • 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e mezzo bicchiere d’acqua (dovete formare una – cremina).
  • L’aceto di mele per il risciacquo.
Capelli come lavarli Bicarbonato e aceto di mele-sidro-SoloNotizie24.it
Foto Adobe Stock

Procedimento : Prepara la pasta composta da 1 parte di bicarbonato di sodio e 3 parti di acqua tiepida, applicala sui capelli e sul cuoio capelluto, lasciare agire per alcuni minuti, quindi risciacquare con aceto di mele diluito (circa 1/4 di tazza di sidro e 1 tazza di acqua).

  • Pro:  Aceto di mele è un antimicotico, che può aiutare a dire addio alla forfora causata dai funghi. Inoltre, ACV e bicarbonato di sodio sono entrambi economici.
  • Contro:  a combinazione di bicarbonato di sodio e ACV può essere troppo dura sul cuoio capelluto e sui capelli. Inoltre, l’ACV può irritare la pelle.

Capelli secchi e danneggiati

Olio di cocco

Userai principalmente l’olio di cocco come agente condizionante. Applicalo sui capelli prima del lavaggio e poi risciacqua con acqua.

Olio di cocco per capelli danneggiati-SoloNotizie24.it
Foto Adobe Stock
  • Pro: è economico, idrata e ha un profumo straordinario. Inoltre, gli acidi grassi nell’olio di cocco sono antimicrobici, quindi efficace contro batteri e funghi.
  • Contro: L’olio di cocco è untuoso e può essere fastidioso risciacquare, perciò si consiglia di sfregare poco gocce sulle mani per poi procedere con un massaggio sul tutto il cuoio ei capelli. Attenzione agli scivoloni nella doccia.

Capelli sfibrati, secchi o trattati

Usa solo il balsamo

E ‘Ideale per ricci spenti e sfibrati, capelli secchi o trattati chimicamente. Lavati i capelli come faresti con lo shampoo, ma usa solo il balsamo. Assicurati di risciacquare abbondantemente. (Continua)

Metodo no-poo-Lavare i capelli con il balsamo-SoloNotizie24.it
Foto Adobe Stock
  • Pro: i balsami sono più delicati sui capelli, quindi è meno probabile che li danneggino. Inoltre, potresti ottenere una piccola fragranza.
  • Contro: Ma potresti anche esporre la pelle e il cuoio capelluto a sostanze chimiche irritanti.

Per tutti i tipi di capelli

Acqua tiepida 

L’acqua calda potrebbe seccare i capelli e la cute, quindi assicurati che sia tiepida e spazzolali delicatamente sotto la doccia. Le punte all’inizio del cambiamento potrebbero risultare molto secche, ma ricordati che ti stai affidando all’idratazione naturale degli oli prodotti dalla tua cute; quando questi si saranno distribuiti per tutta la lunghezza del capello, il problema scomparirà.

  • Pro: il metodo con solo acqua è l’offerta più economica in circolazione: tutto ciò di cui potresti aver bisogno è acquistare una spazzola con setole naturali.
  • Contro – la secchezza delle punt di cui abbiamo parlato prima. (Continua)

LEGGI ANCHE ——–> Come sostituire la panna in cucina. Ricette per piatti sia dolci che salati

LEGGI ANCHE ——–> Test psicologico: quale parte del corpo lavi per prima rivela la …

Lavare i capelli senza shampoo-Punte secche-SoloNotizie24.it
Foto Adobe Stock

La pazienza è la virtù del metodo no-poo. Quanto tempo occorre per vedere i risultati?

All’inizio del tuo viaggio no-poo, te lo dico chiaramente, aspettati i capelli un po ‘unti, ti sembrerà che le tue ghiandole sebacee siano impazzite. Generalmente i primi tre giorni sono quelli più difficili, ma aspettatevi una produzione di olio consistente, prima che il cuoio i ripristini e il capello si abitui al cambiamento. Dopo una o due settimane, dovresti notare una differenza nell’aspetto o nella sensazione. E forse capirai che nella vita, conviene sempre essere pazienti. La maggior parte delle persone che hanno adottato questo metodo dicono che ci vogliono dalle 4 alle 6 settimane, prima che il capello si ristabilisca. Se non te le senti, puoi tranquillamente abbandonare. il metodo no-poo non è sicuramente fatto per tuti, e potresti non avere voglia di andare in giro per alcuni giorni con i capelli in quello stato.