Funerali Gigi Proietti: i commossi addii degli amici e colleghi – VIDEO

Oggi i funerali di Gigi Proietti. Al Globe Theatre il saluto dei colleghi. Le parole di Enrico Brignano, Paola Cortellesi e Walter Veltroni

brignano
Brignano saluta il feretro di Gigi

L’ultima volta sul palco, il suo palco, quello del Globe Theatre, il teatro shakesperiano di Villa Borghese. E l’ultimo lungo, lunghissimo applauso, di un’intera città e di tutti i suoi tantissimi fan. Oggi è il giorno del saluto a Gigi Proietti, il mattatore e il maestro, mancato il 2 novembre nel giorno del suo ottantesimo compleanno.

Roma oggi è in lutto cittadino, vessillo nero e bandiere a mezz’asta in tutta la città. E’ una città silenziosa e irreale quella dove passa il corteo funebre. Nel suo ultimo viaggio passa per il Campidoglio, via del Corso, Villa Borghese – al Globe Theatre – e poi fino a piazza del Popolo, alla chiesa degli Artisti.

Il globe funerali proietti
I funerali di Proietti al Globe Theatre

Lungo il percorso migliaia di cittadini a salutare il passaggio del feretro a rendere un ultimo omaggio al grande Gigi.

Gli addii commossi dei colleghi

I volti sono rigati dalle lacrime quando il carro funebre arriva al Globe Theatre. Flavio Insinna e Enrico Brignano sono lì fuori, ma la commozione è così grande che non riescono a parlare. E’ l’ultima volta sul palco, l’ultima enorme uscita di scena, prima del buio e del sipario.

Il feretro viene portato al centro del palco e un lunghissimo applauso lo accoglie. La famiglia dell’attore, la moglie Sagitta e le figlie Susanna e Carlotta, sono strette mano nella mano. Fra i banchi del teatro tantissimi personaggi dello spettacolo, Vanzina, Fiorello, Bonolis, Edoardo Leo, Rodolfo Laganà, Nadia Rinaldi, ma c’è anche gente comune che ha voluto partecipare alle esequie.

Momenti di forte commozione alle parole di Paola Cortellesi con le lacrime tenute a stento, al saluto di Enrico Brignano il suo allievo che ad ogni occasione ringraziava il suo maestro. “Eri, sei, un gigante con cui ci siamo dovuti confrontare – le parole di Brignano – Sei stato anche il nostro riparo quando abbiamo avuto bisogno. Grazie Gigi, eri e sei pura luce. Mi piace immaginarti sereno nel viaggio che hai intrapreso, certo di aver fatto un buon lavoro… Non ci sarai per un po di tempo. Vedi, non riesco a dire che non ci sarai ‘più’”.

Marisa Laurito sale sul palco distrutta dal dolore: “Sarai lì con il tuo sorriso sornione a guardarci, siamo noi che siamo stati privati di te. Noi non potremo mai consolarci con un’altra persona che possa anche lontanamente somigliare a Gigi. Grazie per avermi dato l’onore della tua amicizia. Un grande in tutto. Ciao Gigi ci vediamo presto”.  E il sorriso che nasce spontaneo quando Veltroni ricorda un episodio.  E questo è Gigi la capacità di far ridere anche quando viene da piangere. Grazie e Ciao Gigi!