Vienna, attentato alla Sinagoga, la polizia: state a casa

Allarme terrorismo a Vienna: spari alla sinagoga

Vienna la scena dell’attentato (web source)

Paura a Vienna dove poco fa si è verificata una sparatoria a Schwedenplatz in pieno centro nei pressi della Sinagoga. Da quando si apprende alcuni uomini hanno attaccato con armi da fuoco la sinagoga. Ma tutto il centro della città sembra essere sotto la minaccia con i terroristi in fuga.

Fonte del Ministero dell’Interno riferisce al giornale austriaco Krone che ci sarebbe una persona uccisa e diversi feriti gravi. Ma altre fonti come il Kurier riportano di sette morti e 15 feriti.  Sembra che uno dei tre attentatori si sia fatto esplodere, mentre gli altri due si sarebbero dati alla fuga.

La ricostruzione dell’attacco

Stando al giornale Kurier si sarebbero verificate diverse sparatorie in luoghi diversi vicino la sinagoga. Ma non solo. Il quotidiano Die Press racconta che gli assalitori erano tre: uno si è fatto saltare in aria, ma gli altri due sarebbero riusciti a scappare e si sarebbero rifugiati in un ristorante dove avrebbero preso in ostaggio i clienti presenti.

Vienna sotto assedio

In tutto il centro storico e in particolare nella zona di Seitenstettengasse è in atto una massiccia operazione di polizia. Nel quartiere Marihilf i grandi magazzini Gerngross sono stati circondati dalle forze dell’ordine. La metropolitana non ferma a nessuna stazione del primo distretto e anche gli autobus hanno deviato il percorso.

La polizia ha invitato la popolazione a restare a casa e ad evitare il centro. Alla comunità ebraica di Vienna è stata data indicazione di non uscire di casa e agli uomini di rimuovere la kippah, il tradizionale copricapo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.