Coronavirus, allarme degli anestesisti: “Terapie intensive a rischio in tutta Italia”

Gli anestesisti: “Terapie intensive a rischio in tutte Regioni”. L’allarme: “Si rischia a breve saturazione posti Covid se il trend non muta”

Coronavirus, allarme degli anestesisti: "Terapie intensive a rischio in tutta Italia"
Coronavirus, allarme degli anestesisti: “Terapie intensive a rischio in tutta Italia” (Getty)

Il Coronavirus galoppa in Italia e sale la preoccupazione in tutto il Paese. L’allarme Covid enfatizza il rischio che le terapie intensive degli ospedali possano presto saturarsi. e’ questo l’allarme lanciato – in particolare – per 10 regioni, che si stanno pericolosamente avvicinando alla soglia massima di tolleranza, fissata dal Ministero della Salute al 30% di posti da dedicare ai malati di Covid.

Ti potrebbe interessare anche – Coronavirus Italia, il CTS vuole il coprifuoco in tutto il Paese

Covid, le terapie intensive verso la saturazione

anestesisti rianimatori ospedalieri italiani-emergenza area critica (Aaroi-Emac), Alessandro Vergallo
anestesisti rianimatori ospedalieri italiani-emergenza area critica (Aaroi-Emac), Alessandro Vergallo

A lanciare l’allarme sono gli anestetisti, con il presidente dell’associazione nazionale anestesisti rianimatori ospedalieri italiani-emergenza area critica (Aaroi-Emac), Alessandro Vergallo. “La pressione sta crescendo nelle terapie intensive – ha spiegato all’Ansae si comincia a sentire la paura che possa riesplodere una situazione drammatica, come quella vissuta nella prima fase dell’epidemia”. Ad oggi non sono state ancora adottate misure drastiche, ma il numero dei contagi e dei ricoveri in continuo aumento sta destando allarme e preoccupazione.

Leggi anche – Covid | Il gruppo sanguigno ne condiziona la gravità? Lo studio

GS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.