Kate Middleton e quella passione di George che la spaventa

Il Principino George fa una richiesta ai genitori che preoccupa molto Kate Middleton, il giovane secondo erede in linea diretta al trono però può contare sul sostegno del padre il Principe del Galles William. Che cosa ha chiesto George ai genitori? E perché mamma Kate Middleton è così preoccupata?

Discussioni all’interno della famiglia dei Principe e della Principessa del Galles per la richiesta del figlio George. Mamma Kate Middleton non è propensa ad accontentare il figlio a differenza cel padre.

Kate middletone sorriso
Kate preoccupata per George (SoloNotizie 24)

Chi cederà? E quali saranno le condizioni imposte? Una vicenda questa che sta appassionando milioni di sudditi che vedono in William e Kate i migliori eredi al trono d’Inghilterra e adorano i loro tre figli: George, Charlotte e Luis.

La richiesta del piccolo Principe George

Sembra che la richiesta del piccolo George sia arrivata ai genitori come un fulmine a ciel sereno: nessuno dei due, infatti, pare se lo aspettasse. Se il Principe del Galles William pare si sia schierato a favore del primogenito, la madre Kate Middleton nutre grande perplessità e preoccupazione nei confronti di questa richiesta del bambino. Di recente, infatti, il Principe George, di soli 9 anni, sarebbe stato vittima di bullismo a scuola e la sua reazione avrebbe fatto preoccupare i genitori. Il bambino avrebbe infatti risposto al suo aggressore dicendoli di stare attento perché un giorno suo padre sarà Re. Una reazione questa che non è piaciuta per niente a mamma Kate: i reali, infatti, vengono istruiti per non far trasparire le loro emozioni e per risolvere ogni situazione con le parole.

È a seguito di questo episodio che il piccolo George avrebbe chiesto ai genitori di frequentare corsi di arti marziali, in particolare di karate o di judo. Probabilmente, la mamma del piccolo George non è solo preoccupata che il bambino possa farsi male durante uno di questi allenamenti ma anche che dietro a questa richiesta si nasconda qualche bisogno del bambino ancora rimasto celato. Chi avrà la meglio in famiglia? Il piccolo George frequenterà dei corsi di arti marziali? Oppure, dovrà prima spiegare come mai adesso sente questa esigenza di praticare questi sport come aveva fatto in passato una delle sue tate? E poi, la sua scelta potrebbe dare l’esempio per iniziare a considerare le ari marziali come uno strumento di aiuto nell’eduzaione dei bambini? Non ci resta che aspettare per vedere.