Abbandonato da più di 30 anni: villaggio in vendita a “soli” 260mila euro

Un villaggio spagnolo abbandonato al confine col Portogallo con 44 case, ostello e piscina è in vendita a “soli” 260.000 euro. L’attuale proprietario voleva trasformare il villaggio in una località turistica, ma non ci è riuscito a causa della crisi dell’Eurozona. 

Vacanza alternative o voglia di espatriare in un posto lontano dai problemi, dove magari non conoscete nessuno o meglio non c’è proprio anima viva? Allora abbiamo la soluzione per voi! Il Portogallo ultimamente sta diventando un metà turistica molto ambita e gettonata, capace di fondere lo spirito dell’avventura con un’esperienza molto intima tra i vicoli storici e decadenti delle sue cittadine, come se non si fosse mai abbandonato del tutto l’Ottocento.

Proprio per questo, se la saudade vi accompagna da quando siete rientrati o si è fusa con voi pur non avendo mai messo piede a Lisbona, un villaggio spagnolo abbandonato da 30 anni al confine col Portogallo con 44 case, ostello e piscina in vendita a “soli” 260.000 euro, potrebbe fare al caso vostro.

Ci troviamo a Salto de Castro, nel nord-ovest della Spagna, e il villaggio oltre alle 44 case, l’ostello e la piscina comunale comprende anche un bar, una chiesa e una scuola con diverse aule. Ma non solo. Come riportato dal ‘Mirror’, l‘annuncio del proprietario sulla versione spagnola di “Idealista”, fa cenno anche a una caserma che un tempo ospitava la Guardia Civile spagnola.

Il villaggio, situato al confine con il Portogallo nella provincia di Zamora, si trova a sole tre ore di auto da Madrid e ha la maggior parte delle cose che ci si aspetta abbia un piccolo paesino. Eppure da 30 anni è abbandonato. 

Una nuova vita a Salto de Castro

Come riportato sempre dal ‘Mirror’, le persone hanno lasciato Salto de Castro, dopo la chiusura della centrale idroelettrica costruita negli anni ’50. L’attuale proprietario della cittadina ha acquistato il villaggio all’inizio degli anni 2000 per trasformarlo in una località turistica. Tuttavia, il progetto di ripopolazione del paesino non è andato a buon fine a causa della crisi dell’Eurozona. Insomma, senza una stabilità economica è impossibile non solo prosperare, ma anche sperare di sopravvivere.

Villaggio abbandonato
villaggio (www.solonotizie24.it)

Il proprietario, che ora ha 80 anni, ha scritto su Idealista di voler vendere Salto de Castro, perché vive in città e non può più occuparsene. Proprio per questo, Ronnie Rodríguez della Royal Invest, la società che rappresenta il proprietario 80enne, ha dichiarato a BBC News: “Il proprietario sognava di avere un hotel qui, ma è stato tutto sospeso. Ma vorrebbe comunque che il progetto diventasse realtà”.

Dopo che il villaggio è stato messo in vendita, l’annuncio dell’agente immobiliare ha ricevuto più di 50.000 richieste di acquisto. E 300 acquirenti interessati si sono messi in contatto con l’agente da diversi paesi del mondo, tra cui il Regno Unito, la Francia, il Belgio e la Russia. Salto de Castro, però, era stato precedentemente messo in vendita 6,5 milioni di euro, ma dal momento che nessun acquirente si era fatto avanti e molti edifici sono stati vandalizzati, il prezzo è sceso vertiginosamente. Malgrado, infatti, la cifra resti comunque importante, si tratta di un vero e proprio affare.