Briatore, chi ha acquistato il suo yacht sequestrato: nome clamoroso

Il super yatch di Flavio Briatore è stato messo all’asta. Ad aggiudicarselo il suo amico ed ex socio in affari, Bernie Ecclestone.

All’asta il lussuoso yatch di Flavio Briatore

Lo scorso 31 dicembre, la Corte d’Appello di Genova ha messo all’asta il super yatch del manager ed imprenditore Flavio Briatore, tra mille polemiche. In questi giorni, l’imbarcazione di lusso è stata acquistata, e da una vecchia conoscenza di Briatore stesso. E’ stato infatti Bernie Ecclestone, ex patron della Formula 1 ed ex socio proprio del manager cuneese, ad aggiudicarselo. Il bellissimo yatch sul quale Briatore è stato spesso immortalato in questi anni è costato al 90enne manager britannico 7 milioni e 490 mila euro. La base d’asta è stata fissata a 7 milioni, dunque un vero e proprio affare. Sono cifre altissime, ma il valore stimato del lussuoso yatch è di 20 milioni di euro. Insomma, un gran colpo per Bernie Ecclestone.

Flavio Briatore e il manager britannico si conoscono da anni. Nel 2007 i due rilevarono insieme il club inglese di calcio londinese Queens Park Rangers. Mantenendone la guida sino al 2010. I due sono rimasti molto amici, come ricorda Il Fatto Quotidiano, tanto che nel 2020 Ecclestone ha sponsorizzato Briatore come team principal della Ferrari, in sostituzione di Mattia Binotto. Una stima che non è mutata negli anni, come ha raccontato il manager britannico in una recente intervista al quotidiano tedesco Bid. “È incredibilmente competente”, ha spiegato Ecclestone. In qualità di team principal di Benetton ha lanciato in Formula 1 piloti come Michael Schumacher e Fernando Alonso, approdati in seguito proprio alla Ferrari. 

Leggi anche —-> Che Dio Ci Aiuti, Nico lascia la fiction? Parla l’attore Saurino

Leggi anche —-> Wanda Nara appena sveglia è uno spettacolo: il decolleté è in bella vista

Le proteste di Briatore

Dalla scorsa sentenza del 31 dicembre, Briatore ha cercato in tutti i modi di bloccare l’asta. Il manager avrebbe avuto anche intenzione di coprire i costi per il rimessaggio dello yatch. Ma secondo i giudici genovesi il rischio della perdita di valore dell’imbarcazione è troppo alto. Il rischio di degrado, infatti, aumenterebbe visto il mancato utilizzo a causa Covid.

Briatore ha protestato per i tempi in cui è stato messo all’asta il lussuoso yatch. Secondo il manager sarebbe bastato attendere la sentenza di Cassazione, prevista 15 giorni dopo l’asta, per sapere se la Corte avrebbe o meno annullato l’asta stessa. La ricca imbarcazione è stata sequestrata nell’ambito di un’indagine per evasione fiscale da 3,6 milioni di euro sull’Iva di importazione.